Un commento

Ricordato l'8 settembre simbolo dell'Italia che vuole la pace

commemorazione-evid

foto Sessa

L’8 settembre è stato commemorato dalle autorità cittadine in cortile Federico II, con gli interventi del sindaco Gianluca Galimberti e del professor Mario Coppetti, a nome dell’Anpi. Rappresentate tutte le forze dell’ordine e delle associazioni combattentistiche. Alla data dell’armistizio, evidenziata dal sindaco come simbolico approdo di un percorso storico iniziato addirittura col Risorgimento, è stata data una forte connotazione pacifista, e proprio sul tema portante della pace  Galimberti ha annunciato l’avvio di una serie di manifestazioni che il Comune intende allestire per il 2015, anno dell’entrata dell’Italia nel primo conflitto mondiale, di cui si celebrerà il centenario, ma anche settantesimo della fine della guerra combattuta sul suolo italiano tra alleati e forze nazifasciste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • kunta

    ma basta!