8 Commenti

Corso Garibaldi: 'lezioni' ai ciclisti sulle regole dell'isola pedonale

garibaldibici-evid

foto Sessa

“Lezioni” di correttezza ai ciclisti che attraversano zone pedonali (come corso Garibaldi, dove è emerso il caso di alcuni investimenti di pedoni); riapertura della Ciclofficina di fronte alla stazione ferroviaria; apertura di un secondo punto vendita delle tessere del bike sharing, sempre in via agli Scali; pedalata in città con sindaco; rilevamento statistico del numero di ciclisti per le vie di Cremona. Sono alcune delle novità della nuova edizione della Settimana Europea della mobilità sostenibile in programma dal 16 al 22 settembre prossimi. La serie di iniziative è stata messa a punto dal Comune e dalla Fiab, federazione italiana amici della bicicletta. Per promuovere ulteriromente l’utilizzo delle due ruote, tutti i consiglieri comunali sono invitati a recarsi a palazzo Comunale utilizzando la bicicletta giovedì 25 settembre, in occasione della prossima riunione di Consiglio. Un’idea lanciata originariamente dal consigliere di Sinistra per Cremona Filippo Bonali ed ora inserita nel calendario delle iniziative della Settimana Europea.

Questo il dettaglio delle iniziative.

Per tutta la settimana: “C’è un fiume in corso Garibaldi’. Iniziative varie e campagna informativa su come andare correttamente in bicicletta nelle aree pedonali, con distribuzione di un volantino a pedoni e ciclisti.

Da martedì 16 settembre: Ciclofficina. Riapertura della Ciclofficina e del secondo punto vendita delle tessere del bike sharing in via agli Scali.

Mercoledì 17 settembre: Rilevamento dei ciclisti urbani. Dalle 7.30 alle 13.30, in collaborazione con Regione Lombardia, verrà conteggiato, in quattro postazioni su arterie di traffico nodali, il passaggio di tutti i cittadini che utilizzano la bicicletta per i loro spostamenti quotidiani.

La città a colori, dalle 18 alle 19,30 pedalando per le vie della città con il Sindaco.

Giovedì 18 settembre: Volontari FIAB, posizionati all’ingresso di alcuni istituti scolastici premieranno i piccoli ciclisti (in collaborazione con Legambiente).

Venerdì 19 settembre: Bike to Work, volontari FIAB con sindaco ed assessori, dalle 7,15 alle 8.15, consegneranno un piccolo omaggio ai cittadini che ogni mattina scelgono la bici per recarsi al lavoro (incollaborazione con Legambiente). Contrasto al furto: nel pomeriggio gazebo informativo sul contrasto al furto delle biciclette. Sarà proposta la registrazione con apposita targa ad un prezzo scontato e verranno dati anche consigli di piccola manutenzione della bicicletta. Cinema ambulante: Proiezione in serata di cortometraggi in un luogo caratteristico della città su temi sociali e di mobilità (il proiettore funzionerà grazie l’energia prodotta dalla pedalata di un’apposita bicicletta). L’iniziativa verrà ripetuta sabato 20 settembre.

Martedì 23 settembre: ‘Il ciclista illuminato’, gazebo informativo per sensibilizzare i ciclisti all’uso di luci e gilet rifrangenti nelle ore serali (volontari FIAB e agenti della Polizia Locale).

Mercoledì 24 settembre: Move & Bike, un gruppo di volontari FIAB, dopo una pedalata per le vie cittadine, giungerà in corso Garibaldi dove terrà un’esibizione, coinvolgendo i presenti, per dimostrare quanto sia importante l’esercizio fisico. Benessere e sociale: riparte la collaborazione tra FIAB Cremona e l’ospedale di Cremona per completare il progetto riabilitativo iniziato lo scorso anno e che ha visto coinvolta anche la Polizia Locale.

Giovedì 25 settembre: Tutti i consiglieri comunali raggiungeranno Palazzo Comunale in bicicletta, insieme ai volontari Fiab.

“La sinergia con FIAB in tutte queste iniziative per noi è davvero importante – dichiara l’assessore con delega all’ambiente e alla mobilità Alessia Manfredini – perché crediamo che, oltre allo sviluppo della rete ciclabile sia di fondamentale importanza mettere a sistema tutto il complesso delle piste ciclabili esistenti, pianificando ed organizzando gli interventi dei prossimi anni. Non si tratterà solo di lavori finalizzati alla realizzazione di nuove ciclabili, ma anche e soprattutto di riqualificare e mettere in sicurezza quelle esistenti, perché una rete ciclabile deve soddisfare molteplici funzioni riguardanti il trasporto: gli spostamenti casa-lavoro-scuola, le attività sociali e quelle legate al tempo libero. Particolare attenzione sarà riservata ai percorsi più frequentati, oltre alla promozione dell’uso della bicicletta e allo sviluppo di servizi per accrescere e migliorare la ciclabilità”.

“Per accompagnare tutti gli appuntamenti in calendario – dichiara a sua volta l’assessore alla Rigenerazione urbana con delega alla Sicurezza Barbara Manfredini – il Comune si attiva per sensibilizzare l’utilizzo corretto della bicicletta con alcune iniziative specifiche: muoversi in modo ‘rispettoso’  nelle zone pedonali, dotarsi dei dispositivi per l’illuminazione del proprio mezzo nelle ore serali. Vi sarà la presenza degli agenti della Polizia Locale che potranno informare o aggiornare tutte le persone interessate per invogliare a vivere la città sulle due ruote per una percorribilità lenta, ma comunque sempre attenta”.

“Riteniamo fondamentale – conclude il vice sindaco con delega all’Istruzione Maura Ruggeri – l’educazione e  il coinvolgimento dei bambini sul tema della mobilità sostenibile. Per tale motivo è nostra intenzione rilanciare nelle scuole cittadine il progetto di piedibus e promuovere le esperienze di bicibus già a partire dai prossimi mesi”.

Piercarlo Bertolotti, presidente FIAB Cremona, ricorda che i volontari dell’associazione “saranno presenti nelle strade per momenti di incontro, informazione e divertimento, per confrontarsi sulla moderazione del traffico, sull’uso consapevole degli spazi urbani e dar voce al Bike to Work”. E infine Piercarlo Bertolotti lancia una sfida: “Ma perché una sola settimana? Perché non provare a rendere sostenibile tutto l’anno la mobilità della nostra città? Se ‘la città è il nostro cortile’, perché non renderla più vivibile alle persone che ogni giorno scelgono di muoversi a piedi o in bicicletta?”.

IL DEPLIANT CHE VERRA’ DISTRIBUITO IN CORSO GARIBALDI

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • antonio1956

    Mi sembra una buona iniziativa; una puntualizzazione riguardo alle iniziative del 25 settembre: tutti i consiglieri dovrebbero raggiungere Palazzo Comunale in bicicletta per tutto l’arco dell’anno (anche a piedi) non solo il 25 settembre se già non lo fanno. Il Palazzo Comunale è in pieno centro storico. E comunque l’Assessore prima di sensibilizzare i ciclisti all’uso corretto della bicicletta (un uso scorretto produrrebbe piccolo danno), sarebbe necessario sensibilizzasse gli automobilisti all’uso corretto delle auto in centro storico ( un uso scorretto produrrebbe grave danno alla salute).

  • Claudia Cremonesi

    Insegnare anche la buona educazione: non appoggiare le bici alle pareti delle case, tinteggiare costa ed è una spesa a carico dei proprietari! Chi si reca al Teatro Ponchielli dovrebbe usufruire delle numerose rastrelliere collocate proprio di fronte dall’ex Sindaco Perri invece di appoggiarle una sull’altra ai muri…idem per chi si reca nei tanti uffici pubblici della zona! Le carrozzine degli handicappati non passano e a volte nemmeno le mamme con i passeggini…E chi se ne frega? La città è di tutti, questa è la risposta meno indecente….

    • antonio1956

      Si, sono d’accordo per gli spazi occupati dalle biciclette sui marciapiedi che impediscono il passaggio ai disabili () e ai ‘musi’ delle auto che quasi toccano i muri dei marciapiedi. Ma anche le condizioni dei marciapiedi stessi in alcune zone della città con dislivelli improponibili per chi viaggia in carrozzina sono da sistemare. Da qualche settimana noto una signora disabile percorrere via dei Mille sulla strada, immagino perché il marciapiede le crei qualche problema. E quando si eliminano piccole barriere architettoniche non si tenga conto di una eventuale successiva asfaltatura e la si elimini fin da subito: ci sono molti esempi a tal proposito in città.

      • Claudia Cremonesi

        Ho avuto un padre disabile al 100% e conosco bene le difficoltà…Tuttavia credo che la questione sia molto più complessa, ovvero non bastano le lezioni quando il cuore della problema è l’assenza totale di empatia a tutti i livelli sociali, partendo dalla mancanza di rispetto delle Istituzioni per arrivare alla famiglia. Per cambiare i comportamenti dei cittadini e renderli più responsabili le iniziative da intraprendere sono di altra natura, questi sono solo palliativi utili ad accedere a finanziamenti pubblici. Se l’idea del Corso fosse stata studiata nel dettaglio da professionisti capaci certi incidenti non sarebbero successi e non ci sarebbe bisogno di ricorrere ai ripari per giustificare errori grossolani. Purtroppo a Cremona i progetti non si fanno mai, tutto è lasciato all’improvvisazione e quando emergono le lacune bisogna dimostrare il contrario…Così si spende senza ottimizzare e la stampa interviene in soccorso con i soliti titoloni…

  • Zac!

    Per favore, distribuite i volantini con le regole ovunque: a Cremona sembra che i ciclisti non ne conoscano nemmeno una!

  • Photos

    Mi sta bene distribuire i volantini per i ciclisti visto che ce ne sono di veramente indisciplinati ma a questo punto sarebbe opportuno distribuire un volantino ai pedoni visto che considerano le zone ciclo-pedanabili come il salotto di casa loro. Ho visto gruppi di pedoni formati da almeno 20/25 persone fare tavole rotonde in mezzo alla strada occupando tutta la sede stradale e alla richiesta di un po di spazio per pasare da parte di un malcapitato ciclista rispondergl iin maniera non certo edicata. Genitori che parlano tranquillamente lasciando i figli piccoli scorazzate inseguendosi per la sede stradale e compagnie camminare affiancati impedendo il passaggio persino di altri pedoni che giungono in senso opposto!!! Un po’ di educazione anche ai pedoni non farebbe certamente male!!!!!

  • nbc

    Alla base di tutto è sempre e comunque la mancanza di senso civico! Cominciamo ad insegnarlo meglio a scuola, per gli adulti temo che ormai non ci sia più speranza .

  • Sorcio Verde

    Io propongo lezioni ai nostri amministratori, due paginette però non bastano!