Un commento

A Cremona la visita del Console cinese Liao Juhua

Evid

Nella mattinata di martedì il sindaco Gianluca Galimberti ha ricevuto a Palazzo Comunale il Console Generale della Repubblica Popolare di Cina a Milano, la signora Liao Juhua. Quella in Comune è la prima tappa della visita del diplomatico cinese a Cremona. Sempre in mattinata il Console Generale si è recato in Questura e in Prefettura.

Il Console con Ruggeri e Galimberti in Comune

“Per noi è un grande onore averla qui – ha detto il sindaco accogliendo l’ospite -. Ci sono moltissimi gioielli nella nostra città. Immaginiamo possibili collaborazioni culturali ed economiche tra i nostri paesi e le nostre città. Per noi le sinergie sono fondamentali: è molto importante, anche nella nostra città, creare collaborazioni tra culture diverse e fuori dalla nostra città costruire collaborazioni culturali e turistiche con altre città come Mantova, Piacenza, Brescia, Venezia”.

Il sindaco, affiancato dal vice sindaco Maura Ruggeri,  nel corso del colloquio che si è svolto nella Sala Giunta, ha illustrato al console i percorsi culturali e turistici su cui l’Amministrazione sta lavorando. “La nostra città ha bisogno di aprire la mente al mondo – ha aggiunto il primo cittadino – Dobbiamo presentarci con percorsi che uniscono la città. Per fare questo ci vogliono idee. Noi le abbiamo messe in campo e stiamo lavorando”.

Alta formazione in agroalimentare e zootecnia, progetti sullo studio del suono e sulla musica, Expo, mobilità, strutture ricettive sono gli altri temi affrontati dal sindaco nel cordiale incontro con il il Console Generale della Repubblica Popolare di Cina a Milano.

LA VISITA IN QUESTURA (FOTO FRANCESCO SESSA)


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    Chissà perchè con questi rappresentanti non si parla mai di diritti civili negati, di condizioni di lavoro pessime, di pena di morte, di inquinamento, ma si parla di sinergie, business, collaborazioni, denaro, vil denaro……