Commenta

'Castelli in tour' approda a Pizzighettone, positivo bilancio di un anno

cittàmurate

“Castelli in tour”, un’iniziativa ideata per portare sul territorio l’esperienza del Circuito città murate e castellate, finalizzata alla valorizzazione di queste particolarità architettoniche con le proprie tradizioni locali, per una più ampia e possibile fruibilità, anche in vista di EXPO: così in sintesi l’intervento dell’assessore al turismo della Provincia di Cremona, Matteo Soccini, nel presentare attività ed eventi delle iniziative di valorizzazione dei siti fortificati. Il tutto, sulla motonave Mattei a Pizzighettone, in navigazione lungo l’Adda, per iniziativa della Provincia di Cremona in collaborazione con la rete dei Comuni aderenti al sodalizio, Istituto Italiano dei Castelli sezione Lombardia, Sistema Turistico Po di Lombardia ed Archivio di Stato di Cremona.

Fra le tante iniziative svolte, è stato illustrato il consuntivo “Giornate Nazionali dei Castelli 2014” tenutesi lo scorso maggio, con un gradimento del 97% sulla base dei customer satisfaction raccolti. Dopo i saluti delle autorità, del Sindaco di Pizzighettone, Maria Carla Bianchi e dell’assessore comunale al turismo, Sergio Barili, la parola ai referenti dei nove comuni aderenti al circuito, insieme con Provincia di Cremona, rappresentanti Pro Loco, storici, ricercatori ed associazioni culturali, che hanno presentato le singole peculiarità turistico-culturali, artistiche ed attrattive di queste affascinanti “mete minori”, molto richieste oggi dai Tour operator internazionali, così come evidenziato anche da Giordano Nobile dell’agenzia di Incoming in relazione al Sistema Turistico Po di Lombardia.

Una rete, nata nel lontano 2001 per concorde volontà della Provincia di Cremona, dell’ex APT del Cremonese, dei Comuni, Associazioni e Pro Loco di Crema, Pizzighettone e Soncino, in via di sviluppo che, hanno sottolineato gli amministratori locali, “rappresenta un vero e proprio modello funzionale di best practicies”, consentendo anche a piccole località di entrare nei grandi circuiti. Temi ripresi da Palmiro Donelli coordinatore del sistema Turistico Po di Lombardia e dall’arch. Luciano Roncai, referente locale dell’Istituto Italiano dei Castelli sezione Lombardia. “A maggio per le giornate dei castelli  in una sola domenica abbiamo avuto 250 visitatori, provenienti da diverse regioni ed alcuni stranieri, in un paese che conta 600 abitanti”: così il referente per Casteldidone Andrea Rivieri. L’unità fa la forza e prossimamente in calendario molte iniziative per la valorizzazione dei castelli dal cremasco al casalasco. Ha concluso la tavola rotonda una visita ai siti fortificati di Pizzighettone ed una degustazione di prodotti tipici locali.

Il “circuito” Città murate e Castellate della Provincia di Cremona è un “contenitore” turistico e promozionale dei siti fortificati locali, avviato dalla Provincia di Cremona. Fan parte di questa rete i territori di Crema, Soncino, Pizzighettone, Pandino, Torre de’ Picenardi, San Giovanni in Croce, Casteldidone,Tornata, Scandolara Ravara (frazione di Castelponzone).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti