Commenta

Stranieri in crescita continua sul territorio: oltre 41mila residenti

stranieri-evid

Cremona piace, attrae e continua ad essere una meta desiderabile per molti. Continua infatti a crescere il numero stranieri che decidono di stabilirsi sul territorio. Il rapporto statistico sulla popolazione straniera residente in provincia di Cremona, racconta di un incremento continuo, anno dopo anno, ma soprattutto dal 2002 in poi. Al 31 dicembre 2013 gli stranieri residenti in provincia di Cremona erano 41.277 (contro i 40.901 del 2012) di cui 20.437 maschi e 20.840 femmine, con un’incidenza percentuale sui residenti pari all’ 11%. Rispetto al 2012, i cittadini stranieri sono aumentati di 376 unità. Nel 2002 erano 13.545.

A livello comunale Cremona, Crema e Casalmaggiore, i comuni più grossi, ospitano il maggior numero di cittadini stranieri: rispettivamente 9.462, 3.767 e 2.527; seguiti da Soresina (1.670), Castelleone (1.140) e Pandino (1.055). La situazione cambia completamente se si considera l’incidenza percentuale degli stranieri sui residenti. In questo caso ai primi posti troviamo Corte de’ Cortesi col 24% di stranieri, Bordolano col 22,5%, Casteldidone col 22%, Azzanello, Cappella de’ Picenardi e Solarolo Rainerio col 19% e Torricella del Pizzo e Soresina col 18%.

I tre centri maggiori occupano invece posizioni più avanzate: Casalmaggiore è al 11° posto con il 16% di stranieri; Cremona al 30° con il 13% e Crema al 53° con l’11%. Gli stranieri sul territorio sono così distribuiti: nell’area Cremonese risiede il 47% degli stranieri (19.426 unità), nell’area Cremasca il 39% (15.960 unità) ed in quella Casalasca il 14% (5.891).

L’incidenza percentuale degli stranieri sui residenti inverte i valori precedenti: l’area casalasca è quella con la maggior percentuale di stranieri sui residenti, pari al 15%, seguita da quella cremonese col 13% e da quella cremasca col 9%.

lb

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti