Commenta

Ecco il sottopasso di via Persico Inaugurazione mercoledì 5 novembre

via-persico-prima-e-dopo-evid

Via Persico prima e dopo l’intervento

Dopo 14 mesi di lavori mercoledì 5 novembre, alle ore 16, avverrà l’apertura ufficiale del sottopasso di via Persico. Tutto accadrà alla presenza del sindaco Gianluca Galimberti e con il coinvolgimento dei suoi predecessori Oreste Perri e Gian Carlo Corada, degli amministratori e dei componenti dei comitati di quartiere 6 – Zona Nord – Est (Zaist – Stadio – Lucchini – Annona) e del quartiere 5 – Zona Nord – Est (Borgo Loreto – S. Bernardo – Naviglio). Il ritrovo per il momento inaugurale è all’altezza dell’incrocio con via dell’Annona.

I lavori alla ditta appaltatrice sono stati consegnati a fine agosto 2013, mentre gli interventi propedeutici sono stati avviati nel luglio 2013. Il 22 gennaio scorso sono iniziati gli scavi per realizzare il tunnel del sottopasso della ferrovia lungo la tratta Cremona-Mantova.  Il manufatto ospita al suo interno una strada larga 7.50 m ed una pista ciclabile da 2.50m, per un ingombro totale pari a 10.00 metri. E’ realizzato con conci in cemento armato confinati da diaframmi; i muri verticali dei conci sono rivestiti con monolastre prefabbricate in calcestruzzo armato con funzione di cassero a perdere. L’impalcato ferroviario è costituito da un solettone a travi in acciaio inglobate nel calcestruzzo. E’ stata riorganizzata la viabilità limitrofa così da eliminare le conflittualità tra via Brescia, via Gallazzi e via Persico. E’ stata realizzata una rotatoria su via Persico, all’incrocio con via dell’Annona e via Gallazzi. E’ stato sistemato l’innesto con via Serafina e asfaltato l’attuale incrocio tra via Persico, via Cabrini e via Soldi, senza modificarne la conformazione.

Il 10 novembre si procederà alla chiusura di via Brescia dove inizieranno i lavori per la realizzazione di questo secondo sottopasso. L’intervento, che è già stato argomento di confronto con i rappresentanti del locale comitato di quartiere  e con i residenti, sarà accompagnato da una campagna di comunicazione rivolta ai cittadini. Anche in questo caso il comitato del quartiere 5 – Zona Nord – Est (Borgo Loreto – S. Bernardo – Naviglio) avrà un ruolo rilevante come principale punto di riferimento dell’Amministrazione per informare passo passo i residenti sullo stato di avanzamento dei lavori e per quanto riguarda le soluzioni viabilistiche. Procedono intanto a ritmo serrato i lavori per il sovrappasso di San Felice dove, proprio nei giorni scorsi, è stata collocata la piastra sopra la linea ferroviaria.

La realizzazione del sottopasso di via Persico, così come di quello di via Brescia, nonché del sovrappasso di San Felice fanno parte di un piano complessivo più ampio, non scindibile, finalizzato all’eliminazione di sette passaggi a livello lungo la linea ferroviaria Cremona-Mantova, tutti collocati in territorio comunale.

L’eliminazione dei passaggi a livello è un disegno che parte da lontano. Nel 2003 la sottoscrizione di un Protocollo d’intesa tra Regione Lombardia, Autocamionale della Cisa S.p.A., Provincia di Cremona, Provincia di Mantova, Rete Ferroviaria Italiana e Comune di Mantova per la riqualificazione e il potenziamento del sistema viabilistico delle province di Cremona e Mantova allo scopo, tra l’altro, di aumentare il livello di servizio e sicurezza della linea ferroviaria Cremona-Mantova, eliminando 51 dei 71 passaggi a livello presenti su questa linea ferroviaria.

Il 17 novembre 2004 è stato sottoscritto tra Regione Lombardia, Provincia di Cremona, Provincia di Mantova e Rete Ferroviaria Italiana il primo Accordo Attuativo del Protocollo d’intesa per la riqualificazione e il potenziamento del sistema viabilistico delle province di Cremona e Mantova in cui venivano individuati i passaggi a livello da eliminare. Tra questi figuravano anche quelli di via Persico, di via Brescia, di via S. Felice e di via S. Savino, oltre a tre passaggi a livello privati, posti nel territorio comunale di Cremona.

Nel 2007 gli uffici tecnici della Società Autostrade Centro Padane hanno predisposto i progetti preliminari. Nel maggio 2012 Regione Lombardia ha inserito l’intervento di eliminazione dei passaggi a livello sulla linea ferroviaria Cremona – Mantova tra gli interventi immediatamente finanziabili e il 10 dicembre 2012 è stato assegnato al Comune di Cremona il contributo massimo di 6.934.284,00 euro, successivamente rideterminato, in base agli esiti della gara d’appalto, in  6.261.225,02 euro. Il costo complessivo dell’intero intervento di eliminazione dei passaggi a livello risulta quindi così suddiviso: Regione Lombardia per 6.261.255,02 euro, Comune di Cremona per 3.773.774,98 euro, Rete Ferroviaria Italiana per 3.000.000,00 euro. Il 31 gennaio 2013 è stato siglato l’accordo finale che ha permesso di dare il via alle opere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti