Un commento

Dà in escandescenze al pronto soccorso Si scopre che era evaso

ospedale-evid

E’ stato portato al pronto soccorso nel cuore della notte perchè aveva accusato un malore  in un pub cittadino. In ospedale, in preda ai fumi dell’alcol, ha cominciato a dare in escandescenze, prendendosela col personale sanitario, fino a rompere il vetro di una finestra con un pugno. E in più si è scoperto che era appena evaso dagli arresti domiciliari. Nei confronti di Marco Vivi, 38enne cremonese pluripregiudicato, è quindi scattato l’arresto per evasione e danneggiamento. Il 38enne, infatti, non avrebbe dovuto trovarsi nel pub, ma a casa, vista la pena di due anni e 10 mesi di reclusione patteggiata il 31 ottobre scorso per rapina impropria. Quella mattina, in via Santa Maria in Betlem, Vivi aveva rubato una bicicletta e aveva sferrato un pugno al testimone che lo aveva inseguito. Arrestato, era stato processato per direttissima. Aveva patteggiato due anni e 10 mesi che avrebbe dovuto trascorrere ai domiciliari, ma è evaso. Per lui, dunque, è scattato un nuovo arresto. Questa mattina è stato nuovamente processato per direttissima. Ha patteggiato 10 mesi e 20 giorni ed è tornato ai domiciliari. Questa volta era difeso dall’avvocato Stefania Giribaldi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • paolo

    Aggiungo:….e scommetto rimesso ai domiciliari….