Un commento

Furto in casa, tre sospetti identificati: fogli di via e accertamenti in corso

polizia

AGGIORNAMENTO – Tre uomini residenti in Piemonte, trovati nei paraggi di un condominio di via Montello in cui era stato consumato un furto in casa, alla luce del loro comportamento ritenuto sospetto, di precedenti di polizia per truffa e furto e dei tratti somatici di uno di loro – corrispondenti alla descrizione di uno dei ladri fatti dalla vittima del colpo – sono stati identificati dalla Questura, che ha avviato gli accertamenti necessari a raccogliere elementi su possibili legami con il furto e ha loro notificato tre fogli di via con divieto di ritorno nel comune di Cremona per tre anni.

I fatti, si apprende oggi, risalgono a due giorni fa. La mattina del 19 novembre, attorno alle 10,20, la centrale operativa ha inviato un equipaggio in via Montello per un sopralluogo di furto in un’abitazione. Mentre la pattuglia stava raggiungendo il luogo indicato gli agenti hanno notato un’automobile con tre occupanti a bordo che si stava allontanando. I poliziotti si sono insospettiti dall’improvviso aumento dell’andatura del veicolo. E’ quindi scattato il controllo. Sull’automobile sono stati trovati due 27enni (uno originario di Messina ma residente in provincia di Novara e un altro della provincia di Torino) e un 32enne (anche lui torinese), all’apparenza nervosi. Il loro comportamento, spiegano dagli uffici della Questura, era insofferente e poco collaborativo. Sentiti in merito alla loro presenza in città, i tre individui hanno raccontato di voler raggiungere il centro storico per proporre ai passanti, alla Festa del Torrone, l’acquisto di stampe a colori raffiguranti paesaggi e personaggi dei cartoni animati.

Dall’analisi della banca dati interforze, eseguita tramite la centrale operativa, sono emersi, nel background dei tre, diversi fogli di via obbligatorio e precedenti di polizia per truffa e furto. Nel frattempo una seconda pattuglia, giunta poco prima sul luogo del furto per la raccolta di elementi e testimonianze, ha riferito che gli autori dell’incursione erano due uomini di presunta cittadinanza italiana. Alla luce del passato dei tre individui e delle circostanze di tempo e di luogo in cui le persone sono state fermate per il controllo (nelle vicinanze del condominio di via Montello preso di mira da ladri), è stata effettuata una perquisizione, che ha però dato esito negativo. I sospetti sono comunque rimasti anche dopo la perquisizione (in passato, in più zone d’Italia, sono state scoperte gang che agivano dividendosi in almeno due gruppi e utilizzando almeno due automobili per singoli colpi). La polizia, ritenendo fondato il sospetto che i tre uomini potessero commettere reati a Cremona, e per eseguire ulteriori accertamenti, ha portato tutti in Questura.

Al termine delle prime verifiche finalizzate a cercare possibili legami con il furto, sono stati notificati, su disposizione del Questore Vincenzo Rossetto, i fogli di via obbligatorio con conseguente divieto di ritorno nel comune di Cremona per tre anni. Sulla vicenda, fanno sapere dagli uffici della polizia, gli accertamenti non sono finiti.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • paolo

    ….che, veramente terrorizzati da questo terribile “foglio di via” ne faranno…un uso improprio….