Un commento

Parcheggi camper di fronte alle piscine al costo di 20 euro: proteste dei turisti

camperisti-evid

Mentre si spegne l’eco del successo della Festa del Torrone, si accende la polemica su alcuni punti della gestione. Stiamo parlando, nella fattispecie, del parcheggio dei camper, quello allestito di fronte alla piscina comunale, dove centinaia di camperisti hanno trovato posto per poter partecipare alla festa. Pagando però 20 euro per tre giorni di permanenza (venerdì, sabato e domenica). Molti sono stati infatti i turisti che si sono lamentati della cosa: “Non credo sia il modo migliore di accogliere i turisti, far pagare per tre giorni quello che dovrebbe essere un parcheggio gratuito”.

Non è tutto: sembra che fossero infatti costretti a pagare anche i portatori di handicap. Lo rileva Lucia Lanfredi, consigliere comunale del M5S, che durante un banchetto del Movimento ha ricevuto le lamentele di diversi turisti per questo motivo. “Come consigliere comunale sono indignata: non è questo il modo di attirare il turismo a Cremona. Questa festa ha già portato un sacco di soldi a Cremona, non mi sembra il caso di lucrare anche sui disabili. In questo modo la città fa solo una brutta figura. Voglio capire con quale criterio sono stati gestiti gli spazi dei parcheggi”. Non è escluso che la consigliera porti anche in Consiglio comunale le proprie rimostranze, magari con un ordine del giorno sull’argomento.

Sul tema parcheggi, del resto, c’è anche chi ha rilevato l’impossibilità a posteggiare nello spazio di via Santa Maria in Bethlem – da poco tornato gratuito grazie ad un’iniziativa della Giunta Galimberti – in quanto “riservato ai titolari di autorizzazioni delle zone A1, A2, A4 e A5”. E che durante la manifestazione è rimasto spesso semi-vuoto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Luca

    Questa amministrazione sta fedelmente seguendo la linea di questo governo ovvero spremere il più possibile, fino all’ultima goccia, la linfa dai contribuenti.
    E’ demoralizzante vedere con quale coraggio e sprezzo chiedono soldi per tutto a tutti. Spero vivamente che prima o poi i cittadini facciano davvero quello che si mormora sempre ma non si fa mai: RIVOLUZIONE!!
    Prendere tutti questi burocrati ladri e fargli spurgare una dopo l’altra ogni nefandezza messa in atto.
    IMU, TARSU, IRAP, IRPEF, IVA, ACCISE, e altre mille tasse dirette o indirette, obblighi di legge per incamerare più soldi possibile.
    Siete dei parassiti e come tali dovreste essere trattati!!! Schiacciati e spazzati via….. piazza pulita di questo nulla che ci costa tanto economicamente e troppo di bile!!! Armiamoci e partiamo con le pulizie!