Commenta

Cremonesi meno sicuri e più annoiati 77º posto per reati e tempo libero

sicurezza-e-tempo-libero-evid

Sicurezza e tempo libero sono le bestie nere per Cremona. Il peggioramento della qualità della vita registrato dal nostro territorio nella classifica del Sole 24Ore, è da imputarsi soprattutto a queste due voci.

Prendiamo la sicurezza: se nella classifica dello scorso anno la nostra città era al 39º posto, quest’anno perde nientemeno che 38 posizioni, collocandosi al 77º posto. Analizzando nel dettaglio le varie voci che compongono questa classifica, emerge un miglioramento rispetto alla microcriminalità: gli scippi e borseggi sono 123,43 ogni 100.000 abitanti (50ª posizione), mentre lo scorso anno erano 147. Decisamente negativo è invece il dato dei furti in casa: si parla di 471,90 colpi ogni 100.000 abitanti (71ª posizione), quando lo scorso anno era 58ª. Stessa posizione anche per le rapine, che l’anno prima ci vedevano al 46º posto: 43,63 colpi ogni 100mila abitanti. Peggiora, anche se di poco, il dato sulle estorsioni, nella cui classifica siamo al 34º posto (8,71 ogni 100mila abitanti), contro il 26º dell’anno prima.
Preoccupa decisamente anche il dato sulle truffe e frodi informatiche: il nostro territorio è al 75º posizionamento, con 235,82 casi ogni 100mila abitanti, quando lo scorso anno era 54º.

Anche nella classifica del tempo libero Cremona è 77ª, peggiorando rispetto all’anno precedente. Entrando nel merito, resta invariato – e pessimo – il dato relativo al numero di librerie ogni 100mila abitanti (4,97), in cui siamo al 97º posto. Siamo invece al 48º posto per il numero di sale cinematografiche, migliorando leggermente la nostra posizione rispetto allo scorso anno (51º posto). Anche sulla ristorazione il dato migliora leggermente, passando da un 71º a un 66º piazzamento (con 570,8 bar e ristoranti ogni 100mila abitanti).

A precipitare è inaspettatamente il dato della connessione a banda larga: se lo scorso anno eravamo al 28º posto, ora siamo precipitati all’85º, perdendo quindi 57 posizioni. Allo stesso modo, anche la forma fisica cala: i cremonesi si tengono meno in forma e passano dal 23º al 40º posto, con un indice di sportività pari a 211. Per quanto riguarda la Grande distribuzione organizzata – dato che lo scorso anno non c’era – Cremona si classifica 49ª, con 0,25 metri quadrati di superficie Gdo per abitante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti