Commenta

Dimenticare Roma La Vanoli domenica incontra Pesaro

pallone basket-evid

La Vanoli Cremona decisamente al di sotto del proprio potenziale ha ceduto  domenica scorsa  a Roma contro la Virtus. Coach Pancotto dopo  l’intensa gara con Varese ha anticipato che la squadra cominciava  ad accusare la stanchezza mentale ed ha messo al corrente i tifosi che c’era  bisogno di ricaricare le batterie prima del match nella capitale. Evidentemente aveva già intuito la situazione che si era creata. Purtroppo ci sono state difficoltà negli allenamenti (Gazzotti febbricitante e l’infortunio a Clark) e durante il confronto con la Virtus ciò si è puntualmente verificato. Se la squadra non si allena bene, lo risente poi la domenica in partita. Comunque nessun dramma, perché la sconfitta a Roma ci poteva stare. Il rammarico è che il sodalizio  di coach Dalmonte ha  avuto basse percentuali in attacco ma la Vanoli ha fatto peggio. Vitali in particolare ed altri suoi compagni quali i lunghi Cusin e Campani sono incappati nella classica giornata storta subito già dimenticata. Perché cosi deve essere visto che domenica al Palaradi alle 18.15 sarà ospite la Consultinvest Vuelle Pesaro in una partita molto importante in chiave salvezza. E’ questo l’obiettivo primario della società del  presidente Aldo Vanoli; prima bisogna ottenere la conferma di restare in serie A1 anche il prossimo anno e poi si potrà eventualmente  rivedere i piani ed i progetti.  Cremona deve  giocare le proprie armi principali: determinazione e  caparbietà ed incanalare la gara sui ritmi più congeniali. La squadra cremonese ha il problema  dell’infortunato Clark ora sostituito in allenamento da Williamson per circa due settimane. I marchigiani hanno  messo a dura prova nel turno precedente la capolista Venezia e per questo si  tratta di un avversario da non sottovalutare nella maniera più assoluta. Coach Sandro Dell’Agnello punta soprattutto su Williams, Ross, Miles, Crow, Musso, Raaspino, Reddic, Judge e Tortù. Sa che sino alla fine della stagione regolare il suo team dovrà soffrire molto per salvarsi ma ha il sostegno dei suoi tifosi che danno carica e la spinta per credere nell’arrivo al traguardo a braccia alzate.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti