Commenta

Genitori al lavoro alla media Virgilio nel primo giorno di vacanza

virgilio ruggeri-vid

AGGIORNAMENTO – “Un sentitissimo grazie ai genitori, agli insegnanti ed alla dirigente della scuola media Virgilio, Annamaria Fiorentini, che stanno dedicando parte del loro tempo libero a tinteggiare le pareti della scuola”. Il vicesindaco di Cremona con delega all’Istruzione, Maura Ruggeri, ringrazia pubblicamente i genitori che ieri e oggi si sono attivati per rinfrescare  i corridoi dell’edificio di via Trebbia. “Un fenomeno che si sta diffondendo sempre più – continua Ruggeri –  non solo nella nostra città, ma a livello nazionale. Lo spirito con cui questi lavori sono svolti è uno spirito di sincera collaborazione e di attenzione verso la scuola e non di semplice supplenza rispetto ad interventi che il pubblico non riesce a svolgere con puntualità per mancanza di risorse. Si tratta di una disponibilità che ha un grande valore sociale e che deve essere valorizzata e supportata dall’Amministrazione comunale. A tale scopo, a breve, proporremo un progetto che ha l’obiettivo di sostenere e coordinare tali azioni volontarie, andando a definire le modalità del patto di collaborazione che può essere stabilito con i genitori, i nonni e con i volontari che si rendessero disponibili ad interventi di piccola manutenzione finalizzati alla cura della scuola intesa come bene comune”.

Sabato 20 e domenica 21 dicembre, inizio delle vacanze invernali, diverse squadre di  genitori armati di buona volontà si sono dati appuntamento per rinfrescare le pareti dei corridoi della scuola, molto malridotti come in tutte le scuole pubbliche, dove la prassi del volontariato delle famiglie è diventata una necessità. I corridoi, molto ampi, sono stati ritinteggiati solo ad altezza d’uomo, per consentire di svolgere il lavoro in sicurezza. Il Comune ha elargito un piccolo contributo per l’acquisto dei materiali. Per rinfrescare le singole aule invece -in alcune delle quali sarebbe necessario molto più di una semplice imbiancatura –  la scelta è lasciata alla volontà dei singoli consigli classe.

Mamme e papà, esperti e principianti, hanno rinunciato a un pomeriggio di shopping, a pochi giorni dal Natale, per dedicarsi a quello che a tutti gli effetti è un bene comune, ma che il servizio pubblico non è più in grado di garantire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti