Commenta

Certificazione energetica, Lanfredi fa le pulci agli immobili comunali

comune-mp1

Quanti sono gli edifici comunali che devono essere corredati di certificazione energetica? Per quanti è già stata acquisita? Quali edifici aperti al pubblico, come ospedali, biblioteche, scuole, devono essere dotati di targa Energetica? Sono alcune  delle domande che pone lìesponente M5S Lucia Kanfredi, i un’interrogazione a risposta scritta inoltrata alla presidenza del consiglio comunale. L’interrogazione prende spunto dall’obbligo di certificazione energetica introdotto in Italia per tutti gli edifici dal 2005, “un processo  finalizzato al contenimento dei consumi energetici, al miglioramento dell’efficienza energetica e alla riduzione delle immissioni inquinanti, mentre l’Attestato di Certificazione Energetica (A.C.E. poi divenuto A.P.E.), afferma la prestazione, l’efficienza o il rendimento energetico di un edificio”. Inoltre in Regione Lombardia vige l’obbligo, per alcuni casi, della C. E. con dotazione ed esposizione al pubblico della “Targa Energetica” che indica la classe di efficienza energetica dell’edificio.

“Quanti edifici – chiede Lanfredi – aperti al pubblico (esempi: musei, ospedali, scuole ecc…) necessitano di Targa Energetica e quali iniziative il Comune ha intrapreso per verificare il rispetto della normativa od informare i proprietari riguardo l’obbligo?”. Viene inoltre chiesto quali siano gli “eventuali motivi che hanno portato al non rispetto della normativa vigente in ordine alla dotazione dell’A.P.E. (precedentemente A.C.E.) o acquisizione della Targa Energetica, se dovuta; se presso il Palazzo Comunale è presente la Targa Energetica e dove è stata apposta; se dal 1º gennaio 2008 il Comune di Cremona ha stipulato e/o rinnovato contratti di efficienza energetica, Servizio Energia e Servizio Energia «Plus» e quante e quali C. E. sono state redatte dai contraenti; in caso contrario quali valutazioni hanno portato ad accantonare la scelta di stipulare le suddette tipologie contrattuali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti