Commenta

Natale speciale per una 86enne: regalo postumo del compagno, 65 anni dopo

evid

Il dipinto

Natale speciale per una cremonese di 86 anni: la donna si è vista consegnare un regalo del tutto inatteso, un quadro raffigurante lei ventenne commissionato dal suo compagno di una vita (defunto da 25 anni) e realizzato molto tempo fa. Una tela diventata il simbolo di un amore profondo. L’inaspettato dono è stato ricevuto dall’86enne il 24 dicembre, per mano di un amico del compianto innamorato. Un amico che è anche il figlio dell’autore dell’opera e che sistemando gli oggetti saltati fuori dalla soffitta della vecchia casa del padre, un ferroviere con la passione della pittura deceduto parecchi anni or sono, ha scoperto l’immagine e riconosciuto la donna. Cremona Oggi appresa per sommi capi la storia in questione si è messa in contatto tramite alcuni familiari con la signora, dal carattere discreto: accompagnato dalla richiesta di non divulgare nomi ed elementi in grado di rendere palese l’identità è arrivato l’ok alla condivisione di ciò che le è capitato. Una notizia particolare. Di quelle che, una volta ogni tanto, scaldano il cuore.

La fotografia

Nessuna delle persone oggi in vita sapeva dell’esistenza di quel dipinto. Ma capire chi aveva commissionato la tela è stato semplice, dal momento che l’autore dell’opera e il partner dell’86enne si conoscevano in virtù dell’amicizia di quest’ultimo con il figlio del ferroviere-pittore (tutti di Cremona i protagonisti della vicenda), e considerato specialmente che il disegno è chiaramente ispirato ad una fotografia regalata dalla donna al compagno quando lei e lui si erano da poco conosciuti, all’alba di una relazione sentimentale cominciata dopo un incontro sul lavoro, nel campo dell’istruzione, e durata quarant’anni, fino alla morte dell’uomo nel 1989. Stando alle fattezze del ritratto e all’attività artistica del ferroviere, il quadro viene fatto risalire addirittura agli inizi degli anni Cinquanta.

Non è chiaro il motivo della mancata consegna del quadro all’interessata in passato. Forse una sorpresa da tirare fuori al momento giusto rimandata così a lungo da finire e rimanere in una scatola a causa della sopraggiunta morte del pittore e dell’innamorato? Impossibile rispondere. Resta il segno di un destino che ha portato comunque quel dipinto nelle mani della donna. Visibilmente grande la commozione dell’86enne quando la vigilia di Natale le ha fatto visita l’amico del defunto compagno, con un ritratto divenuto un’inattesa testimonianza di un lungo amore nato molti anni fa, quando le fotografie erano in bianco e nero.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti