Commenta

Vanoli a caccia dell'impresa lunedì contro Venezia

p

Sopra, coach Pancotto (foto Sessa)

La Vanoli Cremona che ha quale obiettivo primario la salvezza (attualmente  con 14 punti di vantaggio su Caserta, ultima in graduatoria ancora a zero punti) a tre giornate dalla chiusura del girone d’andata può dedicarsi in tutta tranquillità alla lotta per entrare  a far parte delle otto squadre che disputeranno le finali della Coppa Italia. Il successo riportato al PalaRadi  su Acqua Vitasnella Cantù ha dato questa concreta possibilità alla squadra di coach Pancotto. I biancoblu contro i canturini hanno mostrato di essere in grado di tirar fuori orgoglio, carattere e determinazione quando la situazione favorevole stava per capovolgersi. Per due volte gli ospiti hanno raggiunto i locali recuperando un notevole distacco ma in entrambe sono stati ricacciati indietro dalle realizzazioni di Clark, Vitali, Cusin. E’ il gioco di squadra a farla da padrone e se non segnano i tiratori principali c’è sempre qualche compagno che li rimpiazza. Al  termine del girone d’andata mancano tre giornate e due sono costituite da durissime e forse proibitive trasferte (Venezia e Sassari) inframezzate dal match casalingo con Avellino. Lunedì sera Vitali e compagni saranno di scena nella città della “Serenissima”, la cui squadra sta  in vetta alla graduatoria insieme a Milano. I lagunari nelle cui file gioca l’ex Vanoli Peric (lo scorso campionato allineavano anche Vitali) sono ben attrezzati per contendere alle “scarpette rosse” la corsa allo scudetto. Nel roster di coach Recalcati figurano anche Ortner, Nelson,Viggiano, Ress, Dulkys, Moore ed il cecchino Phil Goss (ex Roma) che se ha spazio è devastante. Tutti giocatori di prim’ordine.  I veneti a livello collettivo sono tra i migliori nel tiro da 2, negli assist e palle recuperate. Per i cremonesi si prospetta un match dal pronostico chiuso ma sperare nel colpo grosso non costa nulla.

Marco Ravara

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti