Commenta

Smog, nel 2014 è andata un po' meglio Allo Zaist l'aria peggiore della città

smog 2014-evid

58 giorni di superamento dei valori di Pm10 nel 2014 contro i 71 del 2013. Sta migliorando la situazione dell’aria in città, stando ai rilevamenti medi delle quattro centraline Arpa che compongono la rete urbana: Cremona piazza Cadorna, Cremona quartiere Zaist, Gerre Borghi e Spinadesco. Un andamento comune anche al resto della Lombardia, grazie alle abbandonati piogge cadute quest’anno. La rilevazione tiene conto delle medie delle quattro centraline, non dei singoli superamenti, che quindi sono più numerosi: tant’è che già all’inizi di aprile la centralina di via Fatebenefratelli conteggiava più di 35 superamenti della soglia di 50 microgrammi al metro cubo di polveri sottili (leggi l’articolo). E’ sulle singole stazioni di rilevamento che l’Arpa basa il conteggio dei 35 giorni all’anno, limite fissato dall’UE per la salvaguardia della salute umana, tristemente sforato in buona parte dell’Italia del nord. «È stata un’annata di piogge eccezionali, fuori dal comune, ecco perché è andata bene», ha affermato il presidente lombardo di Legambiente, Damiano Di Simine. «Si chiude una delle annate più piovose che si sono viste a Milano, siamo contenti per l’aria pulita. Ma non è davvero il caso di pensare che la situazione si stia risolvendo».

Tornando alle medie cittadine, il mese di dicembre è stato più fortunato dal punto di vista delle pm10, con 6 superamenti nel 2014 e 22 nel 2013; meglio anche il primo mese dell’anno, con 11 superamenti a gennaio 2014 contro i 18 nel 2013. Guardando alle singole postazioni, la situazione si discosta notevolmente e si scopre che la località di Gerre Borghi, in prossimità dell’inceneritore, ma lontana dal traffico veicolare, è stata più ‘pulita’ rispetto al quartiere Zaist e a piazza Cadorna, oltre che a Spinadesco. Appena 30 i giorni di sforamento di Pm10 a Gerre Borghi, con il picco di 10 giorni a marzo e comunque valori sempre più bassi rispetto alle centraline collocate vicino a strade trafficate. La centralina di via Fatebenefratelli è quella che ha registrato la qualità dell’aria peggiore: 71 superamenti, ben oltre la media di 58; subito dopo viene Spinadesco, con 69 superamenti, mentre piazza Cadorna ne ha registrati 52.  La giornata più inquinata dell’anno è stata il 2 novembre per tutte e quattro le postazioni, ma con valori ben diversi: 111 microgrammi al metro cubo allo Zaist, 138 a Cadorna, 137 a Spinadesco, 119 a Gerre Borghi.

© RIPRODUZIONE RISERATA

© Riproduzione riservata
Commenti