Commenta

Alloni: 'Discarica amianto, riaprire procedura e dare stop revocando l'autorizzazione'

evid-c

Alloni

E’ ora tempo di ripensamenti per la questione della discarica di amianto a Cappella Cantone, la cui realizzazione in futuro potrebbe restare ancora possibile sulla carta nonostante le note vicende giudiziarie. E’ quanto fa presente Agostino Alloni, consigliere regionale del Pd, sottolineando la nuova presa di posizione del Comune che “oggi non vuole più, come in un primo momento, la discarica di amianto”. Perciò, “davanti a un fronte compatto che vede ormai schierarsi anche la Provincia di Cremona, forse è il caso che Regione Lombardia ci ripensi e intervenga”, aggiunge Alloni.

Il modo che il presidente Maroni e il suo assessore all’Ambiente Terzi hanno per modificare la situazione è molto semplice, secondo il consigliere Pd: “Li invitiamo ufficialmente a valutare l’avvio di un procedimento di revoca dell’autorizzazione integrata ambientale (Aia) concessa, che è il livello su cui l’ente regionale può intervenire. E lo faccia subito: prima del pronunciamento del Consiglio di Stato”. In questo senso, aggiunge Alloni, “sarebbe opportuno che il sindaco di Cappella Cantone formalizzasse per iscritto la richiesta di un nuovo parere che permetta di ripartire con la procedura”. È “chiaramente una scelta politica – dice Alloni –, ma che va nella direzione auspicata dal territorio e, a questo punto, da tutte le sue istituzioni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti