Commenta

La matematica in mostra a Santa Maria della Pietà

mostra-matematica

Dopo quelle di fisica e di chimica, il Liceo Scientifico Aselli, con la collaborazione del Museo Civico di Storia Naturale, dell’Associazione “Gli ex dell’Aselli” e dell’Ufficio Scolastico Territoriale, si cimenta ora con una mostra didattica di matematica – dal titolo ‘La matematica tra le mani’ -, interamente prodotta da studenti e docenti delle classi coinvolte (5C, 5D, 5E): laboratori di studio e costruzione degli exibit, ricerca di materiali idonei, semplici, essenziali e a basso costo, studio della grafica di depliant, locandine, pannelli, allestimento. L’inaugurazione si terrà sabato 24 gennaio, alle 10, al Centro culturale Santa Maria della Pietà. La mostra rimarrà aperta sino al 28 febbraio prossimo.

Ogni anno si cerca qualcosa di più e questa volta la materia è la matematica. L’Aselli ci prova con questa nuova proposta, quasi una sfida – perché non è semplice tradurre in “macchine” le idee astratte della matematica – che è il risultato di ricerche e di studio ed è rivolta a tutti, studenti, docenti, curiosi e audaci. Il metodo è quello di far provare al visitatore alcune esperienze e farlo agire in mini laboratori, in modo che possa sperimentare direttamente le idee che vengono presentate ed imparare toccando con mano. La matematica costruita “con le mani” ci spiega la quotidianità utilizzando il concetto fondamentale di funzione come modello, che incontriamo frequentemente senza accorgercene. E’ la famosa f(x), quella delle tabelle di dati, quella che regola il moto dei proiettili o il getto delle fontane, quella che permette di ottimizzare la costruzione di oggetti con il minimo consumo di materiali. Dalle funzioni più semplici a quelle difficili con fantasia e genialità cercando di scoprire e di rispondere. Come già in passato, gli studenti delle classi coinvolte faranno da guida alla mostra.

In programma anche alcuni eventi collaterali: due conferenze che si terranno il Sala Rodi (Centro culturale S. Maria della Pietà, piazza Giovanni XXIII) alle 16. 30. In particolare, il 30 gennaio si parlerà di ‘Le funzioni non sono più quelle di una volta’, con il professor Angelo Guerreggio, docente presso Università Bocconi di Milano e Università dell’Insubria di Varese. Il 20 febbraio toccherà invece ‘La linguistica una scienza calda’, con il professor Francesco Sabatini, linguista presidente onorario dell’Accademia della Crusca. La conferenza fa parte del ciclo Scienza è bellezza organizzato dall’associazione “Gli ex dell’Aselli”

L’orario di apertura mostre: dal lunedì al venerdì 9.00- 13.00 sabato 9.00- 13.00 e 15.00-18.00, domenica 10.00 –13.00 e 15.00-18.00. Venerdì 30 gennaio, giovedì 12 febbraio, venerdì 20 febbraio e giovedì 26 febbraio le mostre resteranno aperte anche al pomeriggio dalle 14.00 alle 17.00 Il 15, 16 e 17 febbraio le mostre saranno chiuse al pubblico. L’ingresso alle mostre e alle conferenze è libero ed è rivolto a scuole e città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti