Ultim'ora
3 Commenti

Invasioni botaniche ed altri eventi a rischio con la crisi

Molto probabilmente non vedremo più Cremona trasformata in un grande giardino. Niente fiori, piante, orti, colori e profumi per le vie della città. La manifestazione le invasioni botaniche è a forte rischio e sembra destinata a sparire dal calendario degli eventi che animeranno la primavera cremonese. Non ci sono soldi per la manifestazione organizzata da PubliA insieme con Sgp Eventi e il gruppo fioristi di Confcommercio che per due anni ha attirato in città migliaia di visitatori ed espositori da tutta Italia. A rischio a quanto pare anche un altro evento fortemente atteso da cremonesi e non, “Le Corde dell’anima”.

Senza la manifestazione floro vivaistica Cremona perderebbe così una delle poche manifestazioni in grado di dare una sferzata al nostro turismo, alla promozione del territorio e al buonumore dei cittadini. La rassegna, realizzata per un intero weekend nel mese di aprile, è stata un grande successo con numeri in crescita tra il 2013 e il 2014. Una manifestazione tanto amata dai cremonesi che hanno visto trasformati Corso Campi, Corso Garibaldi, giardini pubblici e Guarneri del Gesù in una grande oasi verde. Tanti anche gli eventi collaterali che hanno animato la città con laboratori, mostre e appuntamenti dedicati al verde. Un’altra occasione ormai praticamente persa per Cremona. Secondo indiscrezioni le invasioni botaniche potrebbero approdare in un’altra città, forse in Emilia Romagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti