I commenti sono chiusi

Scontro Dordoni-estrema destra, botte in via Mantova: ferito in condizioni serie

rissa-evi

Nella foto, l’intervento delle forze dell’ordine

AGGIORNAMENTO – Rissa a sfondo politico in via Mantova nel tardo pomeriggio di domenica. Botte sono volate attorno alle 18,30 nella zona del centro sociale Dordoni. Un 50enne, del Dordoni, è finito all’ospedale di Cremona in condizioni serie. Cure ospedaliere, ma sul Bresciano, anche per un uomo della fazione opposta, che risulta però meno grave. Sul luogo dello scontro necessario l’intervento massiccio delle forze dell’ordine che si trovavano nell’area per il derby Cremonese-Mantova e del soccorso medico. Non è ancora chiaro nel dettaglio quello che è accaduto. La violenza non è però legata al confronto calcistico tra grigiorossi e virgiliani.

Decine le persone coinvolte. Sembra che il ferito trasportato all’ospedale cittadino sia stato colpito con un oggetto di grosse dimensioni, pare una spranga, oltre che con calci, prevalentemente alla testa. La situazione, dopo il rapido arrivo di poliziotti, carabinieri e vigili, è poi però stata tenuta sotto controllo. I soccorsi si sono svolti in un clima di tensione, con la stretta collaborazione tra sanitari e personale delle forze di polizia. Per il ferito 50enne, incosciente all’arrivo dei sanitari, è stata necessaria l’intubazione prima del trasporto al Maggiore in ambulanza. In un ospedale della provincia di Brescia è invece giunto per farsi curare un esponente del raggruppamento opposto, le cui condizioni, come già accennato, risultano però meno gravi. Secondo quanto fin qui ricostruito il violento confronto ha messo di fronte frequentatori del Dordoni e soggetti dell’estrema destra, si parla in particolare di simpatizzanti di Casa Pound. Gli accertamenti sull’accaduto sono in corso. Ci sarebbero stati attriti verbali nelle ore precedenti e attorno alle 18,30 davanti al centro sociale di via Mantova è esplosa la violenza. Diverse le persone identificate. Le verifiche proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Il Dordoni è già intervenuto pubblicamente con una nota diffusa sul web dopo quanto avvenuto: “Sessanta fascisti, provenienti anche da fuori città, hanno assaltato il centro sociale Dordoni – si legge -. Ci sono stati scontri per difendere lo spazio e un compagno è rimasto gravemente ferito ed è in ospedale”.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Guest3

    Chiudiamolo e facciamola finita…