Commenta

Finestra smurata e ladri in casa, la proprietaria rientra: fuga sui tetti

ladro-evi

Finestra smurata, casa a soqquadro, il ritorno della proprietaria dell’abitazione e la fuga attraverso i tetti. Sono i tratti salienti di un’incursione avvenuta alle 20,30 di qualche giorno fa in pieno centro a Cremona. I malviventi, quanto mai spregiudicati, hanno preso di mira l’abitazione di una professionista cremonese proprio a due passi da piazza del Duomo. L’impressione è che le mosse della padrona di casa fossero state studiate in precedenza e che i malviventi sapessero di andare a colpo sicuro. Anche se poi il furto non sarebbe stato messo a segno (non ancora stilato un elenco di oggetti eventualmente mancanti). La residente, infatti, non ha ancora sporto denuncia e ancora non si sa cosa sia stato portato via dalla casa. Molto probabile, comunque, si tratti di un furto su commissione andato male. E’ plausibile pensare che i ladri fossero e conoscenza che in casa ci fossero alcune armi, tutte detenute regolarmente dalla proprietaria, e puntassero proprio a quelle. Una delle pistole, in effetti, è stata trovata fuori posto. La sera dell’incursione i ladri hanno atteso che la professionista uscisse di casa e alle 20.30 hanno agito. Sono riusciti a raggiungere il tetto della mansarda e da lì hanno letteralmente smurato la finestra dell’appartamento. Una volta avuto accesso all’interno, hanno bloccato la porta di ingresso per impedire che qualcuno potesse aprirla dall’esterno, dopodiché hanno messo la casa letteralmente a soqquadro. Le loro mosse però, non sono sfuggite ad alcuni vicini che, vedendoli camminare sui tetti, si sono messi in allerta. Nel frattempo la padrona di casa ha fatto rientro, ma ha trovato l’ingresso bloccato. I ladri, ancora in casa, sentendosi braccati, hanno evidentemente deciso di abbandonare i loro propositi e sono fuggiti ancora dai tetti. Subito è scattata la chiamata alle forze dell’ordine, e sul posto sono intervenuti gli agenti della Questura che hanno effettuato un primo sopralluogo insieme alla residente, terrorizzata per l’accaduto. La donna ha solo potuto appurare che nessuna delle armi era stata rubata, ma per il resto non c’è stato ancora il tempo di capire se sia stato rubato dell’altro. La donna dovrebbe sporgere denuncia nei prossimi giorni.

Sara Pizzorni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti