Commenta

Centri sociali, la Giunta non proroga le concessioni: dovranno andarsene

evid-scontri

I centri sociali verranno sfrattati. La decisione è stata presa in mattinata dalla Giunta, che ha dato seguito all’ordine del giorno approvato nel Consiglio comunale del 9 febbraio 2015 (proposto da Partito Democratico, Fare Nuova la Città e Sinistra per Cremona-Energia Civile).

Dunque “non verrà prorogata la concessione dei locali nella Cascina Cascinetto all’Associazione Janggos Kavarna e dell’immobile in Piazza Croce Rossa all’Associazione Antirazzista e Antifascista (Dordoni)”.

La decisione – fanno sapere dalla Giunta – verrà comunicata nei prossimi giorni ai legali rappresentanti dei Centri sociali”. La Giunta ha quindi approfondito il percorso successivo che “dovrà tenere conto dell’esito delle indagini attualmente in corso e della salvaguardia dell’ordine pubblico, in stretta sinergia con Prefettura e Questura”.

Una decisione che era nell’aria, dopo i fatti del 24 gennaio, e che era già stata annunciata appunto nel corso del consiglio comunale, quando l’assessore Andrea Virgilio aveva evidenziato come non vi fossero più le condizioni per il rinnovo. Non sarà comunque facile procedere allo sgombero degli spazi, azione che comunque, come ha evidenziato il Comune, dovrà essere gestita insieme alle forze dell’ordine, anche a fronte del fatto che si prevede una strenua resistenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti