Ultim'ora
Un commento

Cimitero, il Comune: 'Stiamo lavorando per assicurare legalità'

AGGIORNAMENTO – Resta alta la tensione attorno al cimitero, dopo l’affidamento in via temporanea ad un nuovo soggetto del servizio sepolture. La notizia diffusasi in mattinata circa la presenza di due ispettori del lavoro negli uffici cimiteriali e a Palazzo – a seguito di esposto da parte della coop. che ha perso il servizio – causa la dura reazione del sindaco e dello staff, politico e tecnico, che sta lavorando alla complessa questione. “E’ paradossale – si legge in una nota – che proprio in questo momento in cui l’Amministrazione comunale sta profondendo il massimo sforzo al fine di assicurare legalità e trasparenza, si stia assistendo al proliferare di affermazioni e notizie che tentano di distorcere la realtà nel probabile tentativo di mantenere precedenti privilegi, e ad azioni che cercano di disturbare l’azione amministrativa”. E’ questa la posizione dell’Amministrazione, ribadita nella mattinata durante una riunione alla presenza del Sindaco del Comune di Cremona Gianluca Galimberti, del Segretario Generale Pasquale Criscuolo, degli Assessori Rosita Viola (Trasparenza e Vivibilità sociale) e Alessia Manfredini (Territorio e Salute) e del dirigente Marco Pagliarini per fare il punto della situazione sul Civico Cimitero.

Ferma la posizione dell’Amministrazione: continuare quel percorso verso legalità e trasparenza che, non solo è previsto dalla legge, ma che a maggior ragione un luogo così importante e sensibile merita, in discontinuità con il passato, nel corso del quale vi sono stati esposti alle autorità giudiziarie e interventi (con prese di posizione) da parte dell’Ispettorato del Lavoro. Questa Amministrazione ha scelto la strada della legalità e della trasparenza aprendo un gara, a differenza degli affidamenti diretti precedenti, e preparando, come sta facendo con i tecnici competenti e il responsabile dell’anticorruzione Segretario Generale Pasquale Criscuolo, una gara europea. Sulle notizie e le affermazioni pubblicate in questi giorni, a tutela dell’Ente e dei lavoratori, si sta valutando un’azione legale”.

L’ispettorato del Lavoro ha acquisito mercoledì la denuncia di quattro dipendenti della cooperativa Idea Lavoro (attiva fino a poche settimane fa per le seppelliture al cimitero) e del suo legale rappresentante e già questa mattina due ispettori del Lavoro hanno fatto visita agli uffici dei servizi cimiteriali e a quelli di palazzo comunale. Il tutto, per acquisire informazioni sull’appalto da pochi giorni affidato alla cooperativa modenese Nuova Attima.  I denuncianti nel loro esposto hanno descritto con dovizia di documentazione l’affiancamento al personale della nuova cooperativa di personale dipendente del Comune, circostanza non ammessa dalla legge. Denunciata anche l’insufficienza di solo due persone (prima erano cinque) per svolgere i compiti assegnati e la mancanza del patentino per poter utilizzare gli escavatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti