Commenta

Stroncato da infarto Lucio Olivetti, primario di Radiologia dell'ospedale di Cremona

olivetti-evid

E’ morto improvvisamente ieri notte, stroncato da un infarto improvviso all’età di soli 60 anni, Lucio Olivetti, primario dell’unità operativa di Radiologia dell’ospedale di Cremona. Il medico si trovava in treno, appena partito da Cremona per tornare a casa, quando è stato colpito dall’improvviso malore che non gli ha lasciato scampo.

Uomo e medico molto stimato, con la sua morte ha lasciato attoniti tutti i colleghi dell’ospedale. Olivetti, oltre che medico, era appassionato di fotografia (www.lucioolivetti.it il suo sito internet di fotografia).

Classe 1954, il dottor Olivetti si distingue subito dalla brillante carriera accademica: laurea in Medicina e Chirurgia nel 1979, specializzazioni in Radiologia e Radioterapia nel 1983, in Tisiologia e Malattie dell’apparato respiratorio nel 1987 ed in Oncologia respiratoria nel 1990, titoli sempre conseguiti a pieni voti assoluti e lode.
Stimato professionista era arrivato a Cremona nel marzo del 2000, dall’Azienda Ospedaliera di Desenzano del Garda, ricoprendo il ruolo di Direttore UO di Radiologia del Presidio ospedaliero cremonese (comprendente sezioni di Diagnostica Tradizionale, Ecografia, Angiografia Digitalizzata, Tomografia Computerizzata e Risonanza Magnetica). Dal 2002 diventa Direttore di Dipartimento di Diagnostica per immagini e Alte Tecnologie.

Brillante relatore in Congressi nazionali ed internazionali, è stato anche organizzatore di numerosi Congressi radiologici di interesse extra-regionale e di numerosi corsi residenziali. E’ stato autore di oltre 140 pubblicazioni scientifiche.

“La Direzione, i colleghi e i dipendenti dell’Azienda Ospedaliera di Cremona sono tutti profondamente colpiti e commossi per questo accadimento tragico e fatale, il pensiero di vicinanza va alla famiglia e al loro immenso dolore” si legge in un comunicato inviato dall’Ospedale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti