Commenta

Quelle meraviglie 'invisibili', l'ultimo libro di Marco Tanzi

zenobia

Sopra, Marco Tanzi (foto Sessa) e la copertina del nuovo libro

La lente è su opere meravigliose divenute quasi invisibili. Si passa da raccolte pubbliche a raccolte private, passando per dipinti presenti in chiese di campagna spesso chiuse. Nell’ultimo libro di Marco Tanzi, esperto cremonese di storia dell’arte e cultura figurativa, compaiono Cerano e i Procaccini, Genovesino e i Nuvolone, e altri ancora. La pubblicazione, in uscita a marzo con la casa editrice Officina Libraria, raccoglie studi aggiornati sul Seicento tra Cremona, la Bassa padana e l’Europa. Le opere divenute quasi invisibili? Ad esempio una tela dell’ultimo Genovesino, l’unico quadro di Giuseppe Caletti nella terra d’origine, una pala di Camillo Procaccini già in San Domenico. Il titolo del libro, “La Zenobia di don Álvaro”, deriva dalla scoperta di un dipinto del Genovesino, raffigurante Zenobia regina di Palmira ed eseguito per il castellano di Cremona don Álvaro de Quiñones.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti