Commenta

Diritto penale tributario, convegno della Camera penale

camera

Grande apprezzamento tra i tanti addetti ai lavori ha riscosso il convegno tenutosi oggi presso la Sala Maffei della Camera di Commercio ed organizzato dalla Camera Penale di Cremona e Crema “Sandro Bocchi” dal titolo “Reati tributari: come si difende l’imputato?”. L’incontro di studio, coordinato dall’avvocato Maria Luisa Crotti, vicepresidente della Camera Penale, ha visto succedersi nelle relazioni – tutte di alto profilo giuridico e scientifico – gli avvocati Emilio Gueli e Pietro Biancato, penalisti del Foro di Bergamo con esperienza ultraventennale sugli argomenti oggetto di dibattito.
Scopo del convegno era quello di affrontare il non semplice tema della legislazione penale tributaria sia sotto il profilo processuale che sotto quello sostanziale, con particolare riguardo ai differenti scenari che si possono presentare all’attenzione degli avvocati impegnati a difendere propri assistiti accusati di reati fiscali. Sono quindi stati trattati una serie di temi specifici, quali l’utilizzabilità in sede tributaria degli incarti dell’indagine penale, le limitazioni di rito e di sanzione legate all’adempimento o meno dell’obbligazione tributaria, la rilevanza della sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo sul caso Nycanen, il regime delle fatture soggettivamente fittizie e il tema – attualmente caldissimo – del sequestro preventivo e della confisca per equivalente nei reati tributari. Al termine del convegno la vicepresidente Crotti ha ringraziato i relatori per il generoso contributo offerto sul difficile tema oggetto dell’incontro e ha espresso la propria soddisfazione per la piena riuscita dell’iniziativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti