Un commento

Rubano gasolio e lo nascondono poi arriva la complice

foto-gasolio-recuperato1

Il gasolio recuperato dai carabinieri

SERGNANO – Nuovo sistema per cercare di non farsi prendere con le mani nella marmellata. In questo caso, con le taniche piene di gasolio rubato. I ladri, dopo che qualche giorno fa i carabinieri avevan sgominato una banda di stranieri trovata con 700 litri di gasolio rubato nei cantieri del cremasco, hanno escogitato un nuovo sistema. Entrano nel cantiere, svuotano i serbatoi e poi nascondono le taniche nei pressi, in un posto concordato con il complice. Quindi, se ne vanno e se vengono fermati, nulla può dimostrare che hanno rubato gasolio, visto che nelle auto non ci sono taniche. Il complice, in questo caso una donna romena di 24 anni residente a Sergnano, passa a prendere le taniche e la carica sula sua auto. Ma la notte scorsa una pattuglia di carabinieri ha fermato una Peugeot che, poco prima dell’alba, passava da Sergnano. E aprendo  il bagagliaio, dentro ha trovato nove taniche con 225 litri di gasolio che è risultato rubato un un cantiere della ditta Bonatti che sorge tra Sergnano e Capralba e dove due escavatori sono stati trovati con il tappo sigillato rotto e il serbatoio vuoto. Quindi, la donna è stata denunciata per ricettazione e non ha fornito particolari sui complici. Poi è stata liberata in attesa del processo.

Altro colpo della banda dei distributori, nella notte da domenica a lunedì. Tre distributori svaligiati lungo la Paullese. Il primo a Gadesco, il secondo a Castelloene e il terzo a Madignano. In tutti e tre i distributori i ladri hanno assaltato le colonnine dei distributori automatici, riuscendo a procurare molti danni, ma prelevando solo poche banconote. In tutti e tre i casi i ladri sono stati filmati. Hanno agito a voto semiaperto e gli inquirenti sperano che le registrazioni possano essere utili per il loro riconoscimento.

Pgr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    Che strano