Commenta

Laboratorio cinese con dormitorio, blitz dei carabinieri a Binanuova

evid-c

Blitz dei carabinieri e ordinanza di chiusura dell’attività per motivi igienico-sanitari e di sicurezza emessa dal Comune di Gabbioneta-Binanuova per un laboratorio cinese con annesso dormitorio. L’intervento, si apprende in queste ore, è stato eseguito nella giornata di martedì: attorno alle 7 i militari dell’Arma di Ostiano, con il maresciallo Marco Petrachi, si sono presentati in vicolo Barbieri, a Binanuova, nell’abitazione con annesso capannone di una coppia di cinesi. All’interno hanno trovato un laboratorio per il confezionamento di vestiti e una parte della struttura trasformata in dormitorio: al pian terreno una quindicina di postazioni da lavoro con strumenti come macchine per cucire e ferri da stiro, al piano superiore i posti letto.

All’interno, al momento del controllo, anche una decina di persone, tra cui un minore, di origine cinese, regolari sul territorio italiano ma non residenti nel paese cremonese. Sul posto anche l’Asl e l’Amministrazione comunale con il sindaco Karin Spinelli e il vicesindaco Antonio Bonazzoli. Visto il parere di non conformità dell’Azienda sanitaria locale il Comune ha emesso un’ordinanza di chiusura dell’attività, motivata, come detto, da carenze igienico-sanitarie e di sicurezza nell’ambiente lavorativo. Proseguono, parallelamente, gli accertamenti dei carabinieri. Al vaglio la posizione della coppia di cinesi (a quell’indirizzo risultano registrate due attività) e quella lavorativa dei cittadini orientali trovati e identificati.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti