Un commento

Ha fatto ottenere un milione al Comune Ora Ruggeri potrebbe guidare l'ufficio Entrate

facciata comune-mp

Selezione terminata per individuare il funzionario che di fatto – pur senza un ruolo dirigenziale – prenderà le redini organizzative dell’Ufficio Gestione Entrate, dopo la soppressione della dirigenza che faceva capo a Mario Vescovi e la sua aggregazione in un unico settore ora denominato ‘Economico-Finanziario-Entrate’. Nella graduatoria della procedura per mobilità tra enti – tesa ad individuare una figura professionale di categoria D, con competenze amministrativo-contabili ed esperienza professionale in ambito tributario – il primo classificato è risultato Gino Ruggeri, proprio lo stesso Gino Ruggeri che, costituendosi parte civile per conto del Comune nel processo Tamoil ha consentito all’ente locale di ottenere il risarcimento da un milione di euro a titolo di provvisionale per i danni subiti dall’inquinamento. Ruggeri riveste il ruolo di segretario dell’associazione Piero Welby e nella vicenda processuale è stato sempre affiancato dal partito Radicale.

Sergio Ravelli e Gino Ruggeri

La procedura di mobilità tra enti è terminata nei giorni scorsi e la graduatoria è pubblicata sul sito del Comune. Cinque in tutto i partecipanti, nessuno proveniente dall’amministrazione provinciale, l’ente che, tra mille incertezze normative, è invitato ad alleggerire il proprio organico per via della riforma Delrio. L’eventuale trasferimento per mobilità al comune di Cremona dovrà comunque essere concordato con l’ente di provenienza, che nel caso di Ruggeri è il comune di Stagno Lombardo dove ricopre la carica di responsabile del servizio finanziario.

Al momento a capo dell’ufficio Entrate è tuttora in servizio Mario Vescovi, destinato però a passare nell’unità di staff del servizio Economico-finanziario-entrate diretto da Paolo Viani. Il suo nuovo ruolo sarà di studio, consulenza, monitoraggio e definizione giuridico-tributaria attinente ai Regolamenti e agli atti amministrativi in materia di tributi. Sempre in ambito di mobilità in ingresso in Comune, risulta congelata, invece, la procedura per 5 agenti di Polizia Locale.

g.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Nokia

    Bravo Piero altro che i comitati ed i paladini dei “Beni comuni”. Mi piace un cittadino che vince contro l’inciviltà di chi l’ha lasciato solo, pubblicate i loro nomi.