4 Commenti

Inceneritore, assessore Manfredini 'zittita'. E la minoranza attacca

fasani-commissione-ambiente-evid

foto Sessa

All’indomani della commissione Ambiente, l’opposizione rincara la dose contro la giunta Galimberti e in particolare  contro l’assessore Alessia Manfredini, a questo punto stretta tra due fuochi. Da una parte un centrodestra sempre più agguerrito, che presenta attraverso Federico Fasani un’interrogazione che torna a chiederle conto delle frasi incriminate verso il presidente Aem Zamboni. Dall’altra, gli inviti alla cautela e alla moderazione che le sarebbero giunti da parte del suo partito, il Pd e dagli stessi colleghi di Giunta. Non a caso in commissione la Manfredini se ne è stata zitta, si è limitata a rimandare all’intervista del giorno prima per quanto riguarda le presunte pressioni su Zamboni e per lei ha parlato invece il sindaco Galimberti. Alla luce degli ultimi fatti (i dati di Aem Gestioni e della Regione che ‘salvano’ l’impianto di San Rocco; lo ‘Sblocca Italia’ del governo Renzi), la maggioranza di centrosinistra deve necessariamente aggiustare il tiro di fronte alle promesse di chiusura impianto entro tre anni, di cui proprio l’assessore all’Ambiente è stata la più accesa sostenitrice.

“La prima battaglia è vinta – dichiara oggi Federico Fasani, nel presentare l’interrogazione -.  Le bugie elettorali del Professore sone state smascherate dai tecnici di Lgh ed AEM. Il termovalorizzatore non verrà spento entro 3 anni dalle elezione come avevano promesso durante e dopo la campagna elettorale.  Tra i cumuli di menzogne e le promesse immantenibili, spicca la vicenda della dismissione dell’inceneritore. Dopo mesi di silenzi assordanti e documenti non resi pubblici uniti a comportamenti e atteggiamenti per nulla ispirati ai criteri della trasparenza, emerge cristallina la verità: l’impianto funziona correttamente, dismetterlo costa più di 40.000.000 di euro e non si sa se e quando verrà spento, di certo non tra 2 anni. Adesso facciamo chiarezza sulle pressioni effettuate dall’assessore Manfredini Alessia nei confronti del dott. Zamboni, ex Presidente di Aem Gestioni, dimessosi in quanto uomo onesto immerso in un sistema malato. Per questo, visto l’atteggiamento evasivo di Sindaco ed dell’interssata di fronte a precise e puntuali domande, ho depositato questa mattina un’interrogazione a risposta scritta e chiesto al Presidente Ventura la convocazione di una commissione di Vigilanza. Il Professore ‘stia sereno’, noi non ci rassegneremo alle sue chiacchiere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • pinco pallino

    FASANI………..chi…………….??????

    • Federico Fasani

      Ma sì dai, Fasani, quello che firma col suo nome è non ha bisogno di nascondersi dietro pseudonimi imbarazzanti…….

      • pinco pallino

        ah…..ho capito……dopo di lei il diluvio……..!!!!

  • Ezechiele Profeta

    Ad onor del vero si deve distinguere l’approccio al problema del sindaco e dell’assessore Manzi dalla presa di posizione a priori della Manfredini. E’ vero che l’assessore alla Salute ha sempre pronte un sacco di risposte a cui deve solo cercare il problema che le plachi e le giustifichi. Ma allo stesso modo, la precedente Giunta sul tema dell’inceneritore non aveva una perfetta coincidenza di vedute, giusto?