10 Commenti

Si lavora per corso di laurea in conservazione e restauro di strumenti

res

Un nuovo corso di laurea che mira alla formazione ampia e strutturata della figura del restauratore di strumenti musicali. Un percorso di studi specialistico che darebbe ancora una volta prestigio e unicità alla città di Cremona nell’ambito della tradizione liutaria, riconosciuta recentemente dall’Unesco come patrimonio immateriale dell’umanità. La proposta di istituzione del corso di laurea magistrale a ciclo unico in conservazione e restauro dei Beni culturali arriva dal dipartimento di musicologia dell’Università degli Studi di Pavia della sede di Cremona.

Il 18 aprile nella sala Puerari del Museo Civico di Cremona si terrà il confronto tra i referenti dell’ateneo cittadino, a partire dal direttore Giancarlo Prato, e gli enti del territorio coinvolti nella proposta: dai presidenti delle associazioni della liuteria cremonese alle scuole del settore, fino istituzioni cittadine. L’obiettivo è dotare il settore degli strumenti musicali di figure professionali che possano intervenire anche su beni vincolati e integrare in un virtuoso dialogo tra didattica, ricerca e professione le diverse anime del mondo della musica a Cremona. Il nuovo corso di laurea permetterebbe anche di internazionalizzare la ricerca sul restauro degli strumenti musicali grazie alla rete di scambi che si creerebbe a livello europeo, nonché definire nuovi sbocchi professionali legati al mondo della liuteria. Una nuova occasione per far crescere il prestigio di Cremona a livello universitario nella tradizione liutaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Sorcio Verde

    Tutta la città, ma anche la nazione intera, sentiva la mancanza di questo utilissimo e indispensabile corso di laurea.

    • me

      evidentemente no….ma che a Cremona non ci fosse….

      • Sorcio Verde

        ….certo…. e un bel corso di laurea sul torrone? Perchè no!
        Si facciamolo, come sempre creiamo nuovi professori e nuovi disoccupati…..giustizia per tutti!

    • Robespierre

      la nazione intera rimane nauseata dalla liuteria cremonese , informatevi in giro per il territorio

  • A.Locatelli

    accozzaglia di luoghi comuni autoreferenziale

    • Robespierre

      condivido pienamente e resto stordito da tanta ignoranza

  • Ezechiele Profeta

    Questa è una bella idea. La scuola di liutera non può sfornare liutai a getto continuo, qualcuno dovrà pur restaurarli sti strumenti. O lasciamo tutto in mano agli esperti a Londra e New York o ci specializzismo anche noi. È una grande idea (non è nuova, ovviamente, ma conta ciò che viene realizzato, mica le chiacchiere, i desideri, i sogni)

    • Sorcio Verde

      Non ci sono corsi di laurea a Londra o New York….quindi i motivi della nostra arretratezza sono altri, tutto il resto è propaganda e disinformazione.

      • Ezechiele Profeta

        Ci sono restauratori praticoni a Londra e New York che fanno girare tanti di quei soldi da oscurare il sole. La conoscenza acquisita con lo studio è democratica.

        • Robespierre

          vi é ben poca democrazia in tutto ciò e non penso proprio che altrove girino tanti di quei soldi da oscurare il sole . Pura demagogia