Ultim'ora
10 Commenti

Si lavora per corso di laurea in conservazione e restauro di strumenti

Un nuovo corso di laurea che mira alla formazione ampia e strutturata della figura del restauratore di strumenti musicali. Un percorso di studi specialistico che darebbe ancora una volta prestigio e unicità alla città di Cremona nell’ambito della tradizione liutaria, riconosciuta recentemente dall’Unesco come patrimonio immateriale dell’umanità. La proposta di istituzione del corso di laurea magistrale a ciclo unico in conservazione e restauro dei Beni culturali arriva dal dipartimento di musicologia dell’Università degli Studi di Pavia della sede di Cremona.

Il 18 aprile nella sala Puerari del Museo Civico di Cremona si terrà il confronto tra i referenti dell’ateneo cittadino, a partire dal direttore Giancarlo Prato, e gli enti del territorio coinvolti nella proposta: dai presidenti delle associazioni della liuteria cremonese alle scuole del settore, fino istituzioni cittadine. L’obiettivo è dotare il settore degli strumenti musicali di figure professionali che possano intervenire anche su beni vincolati e integrare in un virtuoso dialogo tra didattica, ricerca e professione le diverse anime del mondo della musica a Cremona. Il nuovo corso di laurea permetterebbe anche di internazionalizzare la ricerca sul restauro degli strumenti musicali grazie alla rete di scambi che si creerebbe a livello europeo, nonché definire nuovi sbocchi professionali legati al mondo della liuteria. Una nuova occasione per far crescere il prestigio di Cremona a livello universitario nella tradizione liutaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti