Commenta

Bussi, esonero e 3 anni di squalifica E l'arbitra annuncia che lo denuncia

arbitro-donna

L'allenatore Bussi

CREMA – Tre anni di squalifica, l’esonero da parte della sua società e una denuncia da parte della parte offesa. Fulmini sulla testa di Donato Bussi, l’allenatore che due settimane fa ha preso a schiaffi l’arbitra Elisa Donelli, mentre stava arbitrando una partita tra le squadre juniores di Romanengo e dell’oratorio dei Sabbioni. Mentre ieri Elisa Donelli annunciava la volontà di procedere nei confronti dell’allenatore manesco, nonostante la notizia che la sua società lo aveva esonerato, oggi è arrivata la sentenza della Figc che annuncia la squalifica di Donato Bussi fino al prossimo 30 giugno 2018. Bussi giovedì 2 aprile, a Romanengo, durante la gara tra la sua squadra, l’Oratorio Sabbioni e gli juniores del Romanengo, era entrato i campo e aveva schiaffeggiato l’arbitro, che aveva sospeso la partita e si era rifugiata negli spogliatoi. Poi, era andata a farsi repertare al pronto soccorso. Subito dopo  Bussi si era reso conto della gravità del suo gesto e aveva cercato di andare a scusarsi con l’arbitra, ma era stato respinto. In piena bufera mediatica, l’allenatore che era andato nel pallone aveva scritto una lettera di scuse, condannando lui stesso il grave gesto. Tutto questo però non gli è valso il perdono di nessuno: la sua società lo ha esonerato, l’arbitra ha annunciato una denuncia per lesioni e percosse e la Figc l’ha squalificato fino al termine della stagione del 2018. Peggio di così…

Pgr

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti