Commenta

Diversamente uguali ai nastri di partenza Tante iniziative

diversamente-uguali

Una delle passate edizioni della manifestazione

Presentata la settima edizione della manifestazione “Diversamente Uguali”, promossa e organizzata dalla Cooperativa Sociale Agropolis, presieduta da Gianluigi Romanini, con il patrocinio, tra gli altri, anche del Comune di Cremona.

“Ci sono alcune parole chiave che caratterizzano da tanti anni questa festa per la quale, come Amministrazione, abbiamo da subito manifestato la volontà e il desiderio di continuare a collaborare – ha evidenziato il sindaco Gianluca Galimberti -. La prima parola è insieme. Una cosa colpisce subito: la quantità delle realtà coinvolte in queste iniziativa. Solo unendo le forze, possiamo fare cose belle e di prospettiva. La seconda parola è fragilità. Il senso di tutta la vita di Agropolis, di molte associazioni e di molte famiglie è quello che la fragilità non è parola di sconfitta, ma di forza, speranza e potenza. La fragilità ha la potenza per dirci ciò che davvero conta. Se impariamo a guardare la città con gli occhi di chi sta su carrozzina, riusciamo ad avere uno sguardo nuovo di sviluppo, di traiettorie possibili. Il Giro in carrozzina è esattamente questo: scoprire che alla fine siamo tutti disabili, portatori di disabilità da affidare nella mani degli altri. Solo partendo da questo possiamo costruire convivenza. La terza parola è sport, sport che racconta l’incontro con la disabilità. Lo sport integrato ci dice cos’è la società: imparare ad allenarsi e a stare al passo anche del più fragile per imparare come si cammina insieme. Abbiamo vinto il progetto ExSportAbile, andiamo avanti così, creando rete per valorizzare ciò che di bello già c’è. Stiamo lavorando per la figura del Disability manager, una figura che in Comune è attenta al tema della disabilità. Il Giro in carrozzina diventi il momento in cui ci prendiamo insieme impegni per l’abbattimento di barriere architettoniche in città. Grazie ad Agropolis e a tutti coloro che rendono possibile questa iniziativa. Insieme si fanno cose grandi come questa”.

Stimolata dai buoni risultati fin qui conseguiti intende organizzare, dal 9 al 21 maggio 2015, si svolgerà quindi la manifestazione, allo scopo di diffondere una cultura della disabilità che ne riconosca i diritti e favorisca esperienze socializzanti e gratificanti attraverso lo sport. Questa manifestazione ha anche lo scopo di ricordare Mana e Gianni Carutti, persone di esemplare generosità e solidarietà. La manifestazione sarà anche l’occasione per raccogliere fondi per sostenere i nostri progetti, con la possibilità di ampliare le nostre attività educative e formative a giovani affetti da nuove patologie emergenti.

IL PROGETTO

Sull’esperienza maturata si intende continuare con i due filoni di attività già individuati: lo sport e la cultura. Lo scopo di tutte le esibizioni e le dimostrazioni sportive è quello di invogliare le persone disabili, giovani e adulti, a praticare sport, presentando le varie possibilità ed orientandoli verso la scelta più adatta per loro e di sensibilizzare altresì le persone “senza disabilità”, favorendo così l’integrazione. Verranno presentate le seguenti discipline sportive: baskin, basket in carrozzina, calcio, canottaggio, paracanoa, motonautica, bocce, nuoto, ciclismo, hand bike, tiro con l’arco, tennis, tennis in carrozzina, atletica, golf, equitazione, subacquea, scherma, sitting volley, judo, paracadutismo e volo.

LE INIZIATIVE

Happy hour con l’autore. Lunedì 11 maggio si presenta il libro La zattera di nessuno – Diario di una danzatrice tra abilità e disabilità, di Piera Principe (ed. Titivillus), presso La Caffetteria del Palazzo (Palazzo Trecchi).

Film per le scuole. The Hourse Boy (regia di Michel O. Scott) verrà proiettato martedì,12 maggio (ore 9.45) presso il cinema teatro Filo.

Convegno. Il sapore del bene – A scuola dal cavallo: questo il titolo del convegno che si terrà mercoledì, 13 maggio (ore 9.30) presso la Sala Puerari del Museo Civico Ala Ponzone. Modera l’incontro Vittorio Cigoli. Intervengono: Erika Ricci, Paolo Antonelli, Dalmazio Bertulessi, Daniele Redaelli.

Torneo di tennis delle autorità. Il Torneo, voluto per ricordare Rodolfo Verga, si svolgerà venerdì 15 maggio sui campi della Canottieri Baldesio di Cremona a partire dalle ore 15 e vedrà la partecipazione di autorità, di personalità del mondo dello sport (U.S. Cremonese e Vanoli Basket), del giornalismo, locale e nazionale, tra cui i rappresentanti dell’Agit (Associazione Giornalisti Italiani Tennisti) e dello star system.

Cremona senza ostacoli. Venerdì, 15 maggio, dalle 11 alle 12, verrà riproposto Cremona senza ostacoli, un giro in città in carrozzina. L’iniziativa intende sensibilizzare la comunità e la società civile nei confronti della disabilità. Normodotati e disabili insieme percorreranno un itinerario in città, tra ostacoli e non, per verificare i reali disagi che quotidianamente limitano la mobilità delle persone disabili e proporre eventuali soluzioni.

Equitazione. Sabato 16 maggio, dalle 9 alle 12.30, si terrà la conclusione del progetto Disciplina del comportamento, organizzato dal centro equestre La Gazza di San Pedretto Piacentino in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Cremona. Il progetto coinvolge non solo gli alunni e le alunne con disabilità, di alcuni Istituti cittadini, ma anche le loro classi. Si sviluppa in un contesto alternativo a quello tradizionale dell’aula: le scuderie del centro equestre La Gazza, dove l’istruttore federale Fise II° livello, Dalmazio Bertulessi, autore e docente del progetto D.d.C. insieme ai cavalli e ai collaboratori della scuderia guidano i ragazzi ad acquisire competenze sia nell’area relazionale, che in quella psicomotoria. Con il cavallo ‘si impara a fare, a saper fare e a saper far fare’ in un clima armonico e privo di conflitti. La finalità ultima del progetto è quella di creare una rete di relazioni che favorisca e sostenga l’inclusione di ragazzi in situazione di disabilità attraverso il coinvolgimento fattivo di tutte le componenti coinvolte nel processo educativo.

Cielo senza barriere. Agropolis, in collaborazione con Aero Club Cremona, We Fly Team e Sky Team Cremona, organizza, dopo il grande successo dello scorso anno, l’intera giornata di sabato 9 maggio all’aeroporto di Migliaro, a Cremona, rivolta alle persone con disabilità, ai loro accompagnatori, ai giovani e a tutti gli appassionati per far conoscere la meravigliosa realtà del volo. Alle persone con disabilità verrà data la possibilità di effettuare voli di ambientamento e, subordinatamente al grado di disabilità, di effettuare lanci Tandem con istruttori qualificati di Sky Team Cremona. Durante la giornata ci sarà anche la possibilità di parlare con tutto il mondo, grazie ai radioamatori di Cremona. In caso di maltempo la giornata verrà spostata a domenica 10 maggio 2015, con lo stesso programma.

CARTOLINE DEDICATE E ANNULLO POSTALE

Agropolis ha realizzato, in collaborazione con Poste Italiane, due cartoline dedicate ed uno speciale annullo filatelico. Le cartoline, prodotte in tiratura limitata, riportano il logo di Cremona Liutaria, i patrocini del Comune di Cremona e del Rotary Distretto 2050. Potranno essere acquistate sabato 9 maggio 2015 presso l’Aeroporto di Cremona Migliaro, in occasione di Cielo senza barriere, dove sarà allestito da Poste Italiane un servizio filatelico temporaneo e sarà possibile ottenere l’annullo speciale. Le cartoline, successivamente, potranno essere acquistate presso la sede di Agropolis: l’annullo speciale, scaduti i termini, sarà depositato presso il Museo Storico della Comunicazione.

Concorso fotografico. Viene riproposto il Concorso fotografico nazionale, in collaborazione con GBV (Gruppo Fotografico Beltrami Vacchelli), dal titolo: Sportivi diversamente uguali…vincenti sempre. L’inaugurazione della mostra con le premiazioni dell’edizione 2014 domenica 10 maggio, ore 18 presso la Galleria Il Triangolo di Cremona.

I “MEGAFONI” E LA MADRINA DI DIVERSAMENTE UGUALI

Anche quest’anno infatti la manifestazione potrà contare sulla collaborazione di Andrea & Michele di Radio Deejay, che in qualità di “megafoni” della manifestazione ci aiuteranno a promuoverla attraverso la loro emittente. Madrina sarà, come sempre, Eleonora Busi, finalista a Miss Italia 2008, presentatrice di eventi e conduttrice televisiva.

INTERSCAMBI

Continuano anche, con grande interesse ed entusiasmo, gli interscambi con altre realtà impegnate sul fronte della disabiità: Istituto Tecnico Don Milani di Montichiari (Brescia) e Consulta Cittadina del Disabile di Albenga (Savona).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti