Commenta

Altre minacce in piazza S.Angelo all'ausiliario del traffico troppo solerte

foto Sessa

Tornano le minacce agli ausiliari del traffico, per le multe comminate nell’esercizio delle loro funzioni. Nel mirino ancora un volta l’addetto di Saba Italia che anche in passato ha denunciato di essere stato vittima di minacce verbali molto serie da parte di un automobilista in zona piazza S. Angelo.  Lunedì pomeriggio l’episodio si è ripetuto: stessa automobile, stesso automobilista. L’ausiliario è tornato a segnalare l’accaduto all’azienda per cui lavora e al Comune, che incassa le multe. La segnalazione è giunta anche al sindacato: “Più che di una vertenza sindacale – spiega Mario Santini, segretario Filcams Cigl – qui si tratta di un problema di prevenzione in tema di sicurezza. Nonostante i posti auto in gestione a Saba siano aumentati nel corso degli anni, penso ad esempio a via Bissolati, il trattamento dei dipendenti non è migliorato. Ora sono rimasti in tre (una quarta unità lavorativa era stata lasciata a casa) e quindi chi deve  controllare l’esposizione dei tagliandi sui parabrezza deve farlo da solo, con tutti i rischi che ne possono derivare”. L’azienda dovrebbe aumentare l’organico mentre, continua il sindacalista “l’unico risultato migliorativo ottenuto è stato un incremento del compenso per la reperibilità. Restano inevase le richieste sindacali di avere giustificazione tra lavoro svolto e organico; e la richiesta di buoni pasto o altri benefit”. Ma ce n’è anche per il Comune: “Dopo tutto- conclude Santini – le multe vanno al Comune e a quanto mi risulta l’ausiliario del traffico ne fa molte. Forse il Comune dotrebbe ringraziare una persona così attiva”.

g.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti