Commenta

Fasani: 'Rifiuti scelta ideologica I problemi restano'

Lettera scritta da Federico Fasani, Ncd

Palese retromarcia rispetto al progetto ideologico di voler obbligare tutti a differenziare i rifiuti in strada con gravi rischi per il decoro, l’igiene e la sicurezza dei pedoni. Hanno cercato di convincerci che portare i rifiuti in strada era cosa bella e utile, ed oggi sono costretti a cambiare idea ammettendo la bontà del ritiro nel locale rifiuti come sempre sostenuto dall’opposizione.
Si dichiara un presunto risparmio della Tari di oltre 500.000 euro all’anno e nel contempo di richiedono maggiori costi ai residenti dei condomini. L’ennesimo pasticcio incomprensibile di questa Amministrazione. È urgente chiarire quanto costa al gestore il servizio di ritiro nel locali rifiuti, precisando sin da ora che, se questo costo è inferiore al risparmio dichiarato, ci domandiamo che senso abbia continuare a favorire l’esposizione in strada dei rifiuti e ancor di più per quale motivo si chiedono ai cittadini residenti nei condomini, nuovi esborsi.
Di certo ciò che ha guidato questa vicenda da parte della nuova amministrazione è l’improvvisazione e il furore ideologico che ha dovuto arrendersi di fronte alla realtà e allo sconcerto dei cittadini. L’Assessore Manfredini è stata costretta a ragionare di fronte alla sollevazione popolare, delle opposizioni e degli amministratori di condominio. Rimaniamo comunque contrari al modello della raccolta in strada che continua a preoccupare. Inoltre essendo l’adesione alla raccolta interna su base volontaria e a pagamento, non verranno meno tutte le criticità che abbiamo segnalato.

Federico Fasani consigliere comunale Ncd

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti