6 Commenti

Famiglie in festa in piazza del Comune Il sindaco sottolinea valore della fedeltà

Grande affluenza in piazza del Comune per la prima festa della Famiglia organizzata dalla Diocesi di Cremona, iniziativa inedita fortemente voluta dal vescovo Lafranconi, oramai dimissionario per raggiunti limiti di età, con il coinvolgimento di associazioni di famiglie che si occupano di accoglienza, affido, mutuo aiuto, consulenza. Incontri tematici e presentazione di esperienze vissute, hanno caratterizzato le testimonianze in san Girolamo, nella saletta Mercanti e all’oratorio Silvio Pellico. Intrattenimenti per bambini e clown hanno animato il pomeriggio, in un clima molto diverso  da quello di tensione che si era respirato ieri a Crema per un altra manifestazione di area cattolica, quella delle Sentinelle in Piedi che hanno rinunciato alla ‘veglia’ per la mancata concessione di piazza del Duomo.

Quello di Cremona è stato un pomeriggio di festa, con l’intervento del sindaco Gianluca Galimberti che ha portato un breve saluto. “Il primo matrimonio civile che ho celebrato da sindaco – ha detto – mi ha molto colpito: l’ho celebrato all’Hospice e dopo due giorni la persona mori. In quell’occasione quella persona mi disse che quello era il giorno più bello della sua vita. Io credo che sia dentro la relazione di coppia che sta il futuro di questa società”. Galimberti ha quindi rimarcato il valore della fedeltà come virtù principale nella relazione di coppia, rimarcando come anche nel matrimonio civile, “prima ancora della parola ‘amore’ la celebrazione prevede una promessa di fedeltà’”. Tenendosi ben lontano da possibili spunti polemici (di recente in Comune è stato avviato l’iter per l’istituzione del registro delle unioni civili), Galimberti ha parlato di coppia in generale  senza mai accennare al matrimonio cattolico, evidenziando semmai che il vero rischio che la società corre non è tanto sul tipo di unione di coppia, quanto su un eccesso di individualismo, che mal si concilia con il bene condiviso. Galimberti aveva aperto il suo intervento parlando dell’accoglienza e dell’importanza della comunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Nokia

    In Irlanda i cittadini hanno deciso che una famiglia si fa con due persone anche dello stesso sesso, com’è lontana Cremona.

    • Matteo

      X fortuna…

      • Nokia

        Ma anche no.

  • Nokia

    In Irlanda i cittadini hanno deciso che una famiglia si fa con due persone anche dello stesso sesso, com’è lontana Cremona.

    • Matteo

      X fortuna…

      • Nokia

        Ma anche no. La civiltà (o la storia), fortunatamente, ha scelto l’Irlanda.