Commenta

433mila euro di premi ai dirigenti comunali per il 2014

facciata comune-mp

Nonostante il pasticcio della tassa rifiuti 2014, avvenuto sul finire dell’amministrazione Perri e che ha causato la sollevazione delle categorie economiche a causa di aumenti di tassa fino al 600%, sono stati attribuiti i premi di produttività ai dirigenti comunali. Si era trattato del più grosso problema che l’amministrazione Galimberti e in particolare l’assessore Manzi avevano dovuto affrontare ad inizio mandato, fronteggiando le ire dei commercianti per l’errore materiale compiuto dagli uffici con l’inversione delle aliquote domestici / non domestici e successivamente con la confusione creatasi tra tutti i contribuenti che si sono visti cambiare ‘in corsa’ l’importo delle bollette.

Le tabelle con i premi di produttività sono contenute, per ciascun dirigente e per i funzionari intermedi (PO) in una delibera di giunta del 6 maggio scorso, “Recepimento delle ponderazioni delle posizioni dirigenziali e di quelle delle posizioni organizzative, formulate dal Nucleo di Valutazione a seguito delle modifiche dell’assetto organizzativo dell’Ente”.

In particolare,  il dirigente del servizio Economico Finanziario, Paolo Viani, ha totalizzato 95 punti (il massimo è 100) che dà dritto alla retribuzione massima di 45mila euro lordi annui; mentre Mario Vescovi, nel 2014 dirigente del servizio gestione e controllo entrate, ha ottenuto 65 punti, rientrando quindi nella quinta fascia retributiva che dà diritto a 30mila euro di premio. Complessivamente i premi distribuiti ai dirigenti (pre – riorganizzazione) ammontano a 433mila euro, cifra che è scesa a 410mila euro per effetto della riduzione di una figura dirigenziale (non più sostituita la dirigenza di staff Commercio e Turismo, per 23mila euro). Il dirigente più ‘premiato’ nel 2014 è stato Marco Pagliarini (100 punti), a capo di un vasto settore che include lavori pubblici, mobilità e ambiente; segue Paolo Viani (Economico Finanziario), con 95; Silvia Toninelli (Istruzione e sport) con 85 punti e 38mila euro; 80 punti e 38mila euro ciascuno per  Eugenia Grossi (Politiche sociali), Maurizia Quaglia (Cultura, Musei e city branding), Ruggero Carletti (Urbanistica e Rigenerazione urbana); Lamberto Ghilardi (Avvocatura, patrimonio, centrale acquisti); 75 punti e 35mila euro a Marco Masserdotti (Urbanistica); 70 punti e 35mila euro a Maurilio Segalini (gestione  giuridico amministrativa e rapporti di lavoro); 60 punti e 30mila euro per Tania Secchi (Economato), lo stesso importo di Mario Vescovi.

La cosa non va giù ad Alessandro Carpani, capogruppo della lega Nord in Consiglio che dalla sua pagina Facebook tuona: “Ieri 150 multe con autovelox, oggi 410.000 euro di premi ai dirigenti del Comune!!! Ruspa anche a Cremona, basta con questo schifo!”.

g.b.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti