Commenta

Scassina un furgone e minaccia proprietari Pregiudicato patteggia

evid-polizia

Comparso questa mattina in tribunale per essere giudicato per direttissima, Giuseppe Buzzi, il pluripregiudicato cremonese arrestato la scorsa notte per tentata rapina impropria, ha patteggiato una pena di un anno e dieci mesi di reclusione che sconterà nel carcere di Cremona. A mettergli le manette, gli agenti della squadra volante della Questura partiti in seguito alla segnalazione di due fratelli proprietari del fugorne preso di mira dal malvivente.

Un rumore di vetri infranti nel cuore della notte, i residenti che si svegliano, si affacciano alla finestra e vedono che qualcuno sta armeggiando attorno al mezzo parcheggiato in strada. E’ accaduto al quartiere Zaist attorno alle due tra venerdì e sabato. In un quartiere che è quasi un piccolo paese, dove tutti conoscono tutti, i proprietari del mezzo, due fratelli, sono immediatamente scesi per fermare il ladro e nel frattempo hanno chiamato il 113. Il soggetto, molto agitato e violento, ha opposto resistenza, minacciando i due uomini di morte. All’arrivo della polizia, l’uomo è finito in manette. Pare che per frantumare il vetro abbia usato una spranga e al momento non è chiaro se volesse rubare qualcosa contenuto nel furgone o il furgone stesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti