Commenta

Furto e gravi danni al centro Stradivari dopo una festa, ladri ripresi da telecamere Avanti le indagini sull'accaduto

AGGIORNAMENTO – Furto con gravi danneggiamenti al centro sportivo Stradivari. I ladri hanno preso di mira la società di via Milano nella notte tra mercoledì e giovedì, portando via materiale di vario genere per alcune migliaia di euro e provocando allo stesso tempo conseguenze strutturali sempre nell’ordine di migliaia di euro. Tutto è accaduto circa due ore dopo il termine di una festa serale aperta anche a non soci. Della vicenda è stata informata la polizia, che si è attivata per raccogliere i primi elementi (presenti nell’area telecamere di sorveglianza) e valutare possibili collegamenti con la festa. I ladri sono stati ripresi dal sistema di occhi elettronici: nei video si notano almeno un paio di persone in azione, incappucciate, attorno alle 2,15, passata un’ora dalla chiusura e dalla partenza degli ultimi operatori incaricati delle pulizie in seguito alla manifestazione. Tra le ipotesi la possibilità che qualcuno abbia approfittato del movimento per intrufolarsi all’interno durante l’iniziativa serale, senza farsi notare, così da effettuare un sopralluogo e poi agire a festa conclusa.

Alcuni addetti dello Stradivari si sono accorti giovedì mattina di quanto successo. I ladri sono riusciti a entrare nei locali interni del centro, uffici compresi. Arredi e vetri rotti. E fatti sparire oggetti di vario tipo. Nel bottino anche prodotti elettronici, tra cui un computer in uso al presidente, e attrezzatura da bar. Presi di mira pure i distributori automatici, spaccati per arrivare al contenuto. I controlli per verificare nel dettaglio ciò che è stato rubato e per quantificare l’ammontare del bottino e dei danneggiamenti sono andati avanti per buona parte della giornata. Per quanto riguarda i danni, si parla di mille euro per l’area bar e 2-3mila euro per gli altri locali. Circa 2mila euro il valore della refurtiva.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti