Commenta

Apparizione di Caravaggio, in Cattedrale la tela donata dai Saveriani

Durante la messa delle 11 di domenica in Cattedrale, presieduta dal vescovo Dante Lafranconi, è stata accolta ufficialmente la tela attribuita al Massarotti o alla sua scuola che raffigura la scena dell’apparizione della Madonna di S. Maria del Fonte a Giannetta, avvenuta a Caravaggio il 26 maggio 1432. Il quadro è stato donato alla Cattedrale dai Padri Saveriani, che fino al 2013 l’hanno custodita nella loro casa cremonese, in via Bonomelli, e, successivamente, nella Casa madre di Parma.

“La donazione – spiega la Curia – racchiude due profondi significati. Anzitutto giunge in Cattedrale l’immagine di S. Maria del Fonte, proclamata nel 1962 da san Giovanni XXIII patrona principale (insieme a S. Omobono) della Diocesi di Cremona. La tela, inoltre, sarà per Cremona memoria dell’istituzione saveriana, voluta e inaugurata in Diocesi nel 1930 dallo stesso fondatore, il vescovo Guido Maria Conforti. I padri saveriani sono rimasti a Cremona sino al 2013. Per 83 anni la città e la diocesi di Cremona hanno potuto godere della loro preziosa e feconda presenza. La casa saveriana cremonese è sempre stata sede e animatrice di tanti incontri, rivolti soprattutto ai giovani, che hanno potuto respirare la dimensione universale della Chiesa e crescere nel loro cammino umano e cristiano. Sono 66 i saveriani originari della diocesi di Cremona”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti