4 Commenti

Giunta Galimberti, attenzione a sviluppo e ai costi

Lettera scritta da Fare nuova la città

Trasparenza ed equità sono le parole d’ordine della Giunta, specialmente quando si tratta di gestire le risorse.

Venerdì sera, l’Assessore Maurizio Manzi si è intrattenuto con i soci di Fare Nuova la Città per illustrare il Bilancio preventivo che rappresenta uno degli atti più importanti dell’amministrazione del Comune di Cremona, perché sintetizza, nei numeri, gli indirizzi di governo dell’ente.

È emerso con chiarezza che le cifre indicate nel documento non rappresentano solo il frutto di un lavoro tecnico, ma sono una sintesi di scelte e di idee e, per questo motivo, il bilancio di previsione è l’espressione delle linee strategiche di tutta la Giunta. Naturalmente gli obiettivi degli assessori e del sindaco devono confrontarsi con la realtà economica e finanziaria del Comune: per il reperimento di nuove risorse, ad esempio, è stato istituito un osservatorio sui bandi, perché ci sono bandi per i quali concorrere e per i quali presentare i progetti che consentano di vincerli a favore delle iniziative comunali; le disponibilità, inoltre, sono condizionate dalle nuove regole in tema di bilanci comunali, quali la nuova contabilità armonizzata e l’obbligo di accantonare specifici fondi per le finalità previste dalla legge.

Non manca, poi, la doverosa attenzione per la tutela degli interessi collettivi a fronte dell’evasione fiscale: l’esigenza di equità impone di recuperare quanto dovuto, sia per ciò che riguarda il pagamento dei tributi, sia per le multe ancora non riscosse.

Una nota particolare per l’investimento sul Polo Tecnologico cofinanziato insieme alla Regione ed ai privati, che consente di trattenere ed attrarre in città un importante numero di posti di lavoro e fonte di sviluppo per il futuro di Cremona.

Infine l’enorme importanza della scelta di non aumentate le imposte che, associata alla riduzione della TARI ottenuta verificando e riducendo i costi della gestione dei rifiuti, evidenzia una grande attenzione di tutta la giunta ai cittadini ed alle loro finanze.

Nel corso della serata sono intervenute le assessore Alessia Manfredini e Barbara Manfredini. L’assessore Alessia Manfredini ha illustrato le linee guida del piano delle opere pubbliche, spiegando con chiarezza le scelte del Comune, che vanno nella direzione del rispetto di precise priorità e dell’adeguatezza delle iniziative alle risorse a disposizione. Per questo, le risorse andranno, prioritariamente, ai lavori nelle scuole, per mettere in sicurezza i nostri bambini e ragazzi; inoltre, senza la previsione di opere “faraoniche”, buone solo per attirare l’attenzione ma di fatto irrealizzabili, sono previsti diversi interventi sulla viabilità, con l’espressa finalità di mettere in sicurezza le strade; infine, ma l’elenco è incompleto, si prospetta la manutenzione delle strutture sportive che, al momento, presentano gravi problemi.

L’assessore Barbara Manfredini, ha  illustrato gli interventi in materia di rigenerazione urbana e turismo: abbiamo visto nelle settimane appena passate e stiamo già vedendo gli eventi  che consentiranno sempre di più alle persone di riappropriarsi degli spazi pubblici, in centro ed in periferia, anche grazie ad iniziative culturali di grande richiamo che consentano a Cremona di essere  al centro dell’attenzione dei turisti e dei concittadini tutto l’anno.

Una serata che ancora di più ha evidenziato l’impegno ed il grande lavoro della giunta per una seria e corretta amministrazione che tenga insieme l’attenzione ai costi e allo sviluppo della città.

Fare nuova la città

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Nokia

    Un gruppo di maggioranza plaude la Giunta, non è una notizia, solo propaganda.

  • Nokia

    Un gruppo di maggioranza plaude la Giunta, non è una notizia, solo propaganda.

  • un fascio di luce

    propaganda o comunicati. sempre e solo comunicazioni a senso unico. ma il tanto sbandierato co-working, la condivisione del nostro Sindaco… dove son finiti?..

  • un fascio di luce

    propaganda o comunicati. sempre e solo comunicazioni a senso unico. ma il tanto sbandierato co-working, la condivisione del nostro Sindaco… dove son finiti?..