Commenta

Bilancio Lgh, Ventura: 'La solita finta trasparenza del Comune'

Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Marcello Ventura va all’attacco sul 12% in meno di ricavi di Lgh in un anno. “D’altronde con un piano industriale completamente fermo da più di un anno, i ricavi non aumentano da soli, ma perché salgano bisogna fare programmazione, progettualità sul momento attuale, fare investimenti”, commenta con una nota. “Gli Amministratori – prosegue – per premio vengono riconfermati per un’altra annualità e cosa fanno per festeggiare? Siglano a metà giugno 2015 l’acquisizione da SCRP cremasca del teleriscaldamento di Crema che ha un passivo di Euro 18.000.000,00. Avete capito bene, euro 18.000.000,00 di passivo”. Non è finita: “Naturalmente non si fa niente per Cremona ma essendo le giunte dello stesso colore, rosso, si dà una mano a Crema. E i cittadini cremonesi? Naturalmente nessuno sapeva niente, tutto tace, tutto è stato fatto ‘con la massima trasparenza per il bene comune’ che caratterizza questa Amministrazione. Tutto trasparente, come lo studio sull’inceneritore che doveva arrivare a maggio, che è arrivato da poco e che è già stato letto dagli amministratori che lo tengono nel cassetto, trasparente come l’affidamento della campagna pubblicitaria (LGH ha un suo ufficio) sui rifiuti alla coop. E.R.I.C.A., il cui amministratore è vicino all’Assessora Manfredini A. (tra pochi giorni arriverà la verità sull’affidamento, sig. Podestà si prepari) e via di questo passo”.

“Ora mi pongo alcune domande – aggiunge – : qual è il vero motivo dell’acquisto di una società così in perdita che Cremona sta già gestendo dal 01-07-2015? Come può un gruppo crescere quando il piano industriale è fermo da tempo senza compiere operazioni, almeno che portino benefici a Cremona? Qual’è la strategia degli amministratori?”

“Si parla da un anno senza decidere niente di due alternative”, alternative schematizzate così nella nota da Ventura:

1) Vendere il gruppo ad A2A:

Questo vorrebbe dire perdere completamente il controllo anche decisionale che passerebbe per il Comune di Cremona dal 33% al 3%.

In più con il bilancio che ha e la nuova acquisizione vorrebbe dire svenderla.

L’unica giustificazione che posso trovare è se nella domanda di intenti di A2A ufficialmente arrivata, ci fosse scritto che sono previste fior di ricadute positive per il territorio, i dipendenti…invece?

Niente, nessuna ricaduta positiva per Cremona è stata proposta o quantomeno considerata.

2) Quotare LGH in borsa.

Come reagirebbe il mercato con una società che va alla quotazione con un meno 12% sui ricavi che però acquisisce una società con una perdita di Euro 18.000.000,00?

In maniera molto negativa, vorrebbe dire affossare definitivamente LGH e mettere a serio rischio un sacco di posti di lavoro.

“Posto che le dee alternative sono differenti ed incompatibili – scrive ancora Ventura -, su cosa si sta riflettendo da un anno o più se non si sa ancora niente? Conseguentemente, visto che sicuramente il dovere di rispondere c’è, eccome, mi chiedo perché acquisire un’azienda così in perdita, cosa si voglia fare, quale linea si voglia tenere e credo che ora, sia ora (scusate il gioco di parole) di avere trasparenza, il che non guasterebbe certamente per i cittadini cremonesi che da un anno sono perennemente illusi da questa amministrazione e dalle sue partecipate che tutto tacciono e nascondono. Aspetto fiducioso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti