4 Commenti

Dipendenti della Provincia, tagli sui benefit: dichiarato lo stato di agitazione

provincia-cremona_ev

Dipendenti della provincia sul piede di guerra, dopo l’assemblea di venerdì scorso, che ha visto la partecipazione delle organizzazioni sindacali (Cgil, Cisl e Uil), della Rsu e di una delegazione dell’amministrazione, tra cui lo stesso presidente Vezzini: è stato infatti dichiarato lo stato di agitazione. Durante l0incontro, piuttosto teso, sono infatti state annunciate riduzioni del costo del personale attraverso la riduzione dei buoni pasto. E’ inoltre emerso “che lo stato di dissesto comporterà ulteriori penalizzazioni sul salario accessorio dei dipendenti della Provincia, che già hanno subito la riduzione del Fondo di incentivazione collettiva a causa dello sforamento del patto di stabilità, dovuto a scelte unilaterali della politica non condivise dai lavoratori” scrivono le organizzazioni sindacali in una nota, chiedendo l’apertura delle procedure di raffreddamento (che è la fase che precede lo sciopero).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Andrea

    Ma come si fa a tagliare ai dipendenti quando i dirigenti prendono più del primo ministro olandese!!!vergogna!!

    • Luca

      perchè i tagli li propongono i dirigenti

  • Andrea

    Ma come si fa a tagliare ai dipendenti quando i dirigenti prendono più del primo ministro olandese!!!vergogna!!

    • Luca

      perchè i tagli li propongono i dirigenti