18 Commenti

Abusi edilizi, controlli a tappeto del Comune Già scovati un centinaio di trasgressori

cremona-dall'alto

Operazione immobili fantasma: è questo il nome dato dall’Amministrazione comunale, a caccia del mattone selvaggio. Un’operazione, ancora in corso, che sta consentendo agli amministratori di scovare gli abusi edilizi. Coinvolti tre assessorati: quello alla Polizia Municipale di Barbara Manfredini, quello alla Casa di Andrea Virgilio, e quello alle risorse, di Maurizio Manzi.

Così la Polizia Municipale, supportata dall’architetto Masserdotti, sovrapponendo le immagini delle mappe catastali a quelle di Google Earth, riesce a individuare gli edifici illegali. Un doppio controllo dunque, perchè oltre a pattugliare il territorio, fino a raggiungere tutte le zone della città, si avvalgono anche dell’utilizzo della rete.

Grazie a Google Earth, infatti, si può scoprire la data di cattura dell’immagine satellitare e visualizzare i cambiamenti intercorsi nel tempo in quella specifica area: è sufficiente utilizzare le immagini storiche e compararle con quelle catturate dal satellite di Google. Le prime mostrano l’area oggetto di indagine prima dell’abuso, le seconde lo stato attuale.

Il satellite in questi mesi ha scovato mille strutture fuorilegge. E’ quindi intervenuta la squadra antiabusivismo, costituita da alcuni agenti della Polizia Municipale, guidati dal comandante Pierluigi Sforza, che sono si sono recati nelle località indicate per effettuare controlli e sopralluoghi. Gli abusivi veri e propri sono circa un centinaio, per i quali sono già scattate le sanzioni. Ma l’operazione continua.

Silvia Galli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • gigio

    ma dai…
    tanto poi condonano…
    vai in comune denunci e ti dicono che tanto non possono fare nulla…al max pagano una multa….come dire fate ciò che volete tanto basta PAGARE

  • gigio

    ma dai…
    tanto poi condonano…
    vai in comune denunci e ti dicono che tanto non possono fare nulla…al max pagano una multa….come dire fate ciò che volete tanto basta PAGARE

  • Nokia

    Quanti sono i tecnici del Comune? E cosa hanno fatto fino ad oggi?

    • Luca

      ma perche’ secondo te i tecnici del comune devono passare tutti i giorni per le vie di cremona a vedere se qualcuno ha fatto qualche abuso edilizio?

      • Nokia

        Perché è il loro mestiere ma potevano farlo anche attraverso immagini fotogrammetriche come stanno facendo adesso, seduti , davanti al pc.

        • me

          Diciamo che il problema è fondamentalmente il cittadino che froda!? Esistono delle procedure edilizie obbligatorie per ottenere i titoli abilitativi alla costruzione di qualsivoglia cosa. Un’amministrazione non deve fare l’agente di polizia….è il cittadino che onestamente dovrebbe pagare concessioni (per costruire)….sanzioni (per l’abuso)…. e le tasse! quindi che si fa?! si da contro al tecnico comunale perchè doveva fare le comparazioni con google earth prima (le ricordo che il servizio esiste dal 2004-2005) o si tirano fuori i nomi dei soliti evasori e gli si fa fare una bella figura di m… in piazza?…no perchè sarebbe davvero divertente e quanto meno istruttivo per taluni….per non dire come sarebbe utile comparare la perdita in denaro per la “fannullonaggine” di un tecnico comunale (come intende lei, che da qui a un po deve pure portarsi la carta igienica da casa) con la perdita dei mancati introiti fiscali dei suddetti cittadini furbi che caso mai attraverso conoscenze o, come ricorda il gigio, con un bel condonino ritornano nell’anonimato a fare i furbetti del quartierino come hanno sempre fatto. Forse, e dico forse, sarebbe proprio più democratico appendere i loro nomi all’albo pretorio a visione di tutti i cittadini onesti.

          • Nokia

            Caro Tecnico,
            non ti sto accusando di fannullaggine, cerco di far vedere ai cittadini le carenze della pubblica amministrazione.
            La fotogrammetria esiste da molto prima di google earth, fu usata persino a Napoli quando si voleva far pulizia nella città e poi fu dimenticata. Non è lo strumento che manca o mancava ma la volontà politica di intervenire, burocrazia permettendo.

          • me

            La Fotogrammetria esiste da 2 secoli e quella di cui parli lei è piu precisamente l’aerofotogrammetria, che serviva a creare delle mappe in scala e raddrizzate fotogrammetricamente. Purtroppo era un metodo costoso ed in italia non si facevano degli aggiornamenti delle mappe arerofotgrammetriche una volta all’anno come fa ora google con il satellite. ergo solo da pochi anni e proprio grazie a google è possibile attuare queste operazioni di verifica a costi praticamente zero. Provi ad informarsi su quanti sono i passaggi aerofotogrammetrici esistenti in italia prima di spararle a caso.
            Secondariamente le parlo da professionista e non da tecnico: di fotogrammetria nell’articolo non se ne parla visto che si fa riferimento all’incrocio tra mappe catastali ed immagini di google, quindi dovrebbe far vedere ai cittadini le mancanze della pubblica amministrazione riportando termini e informazioni corrette. Dopodichè vorrei farle passare un giorno allo sportello unico dell’edilizia…solo otto ore del suo tempo…per capire quale servizio possono dare i tecnici comunali, così allora potrà realmente sottolinearne l’incapacità.

          • Nokia

            Ci sarebbero anche i droni, e Cremona è stata ripresa da molti, ma ci vogliono i regolamenti, i timbri e le firme.
            E’ tutta la macchina burocratica che andrebbe ribaltata.
            Nella faraginosità delle norme e dei regolamenti risiede il potere della burocrazia. Al momento il cittadino è un suddito.

          • Luca

            ma guarda che hai sbagliato soggetto: i tecnici comunali non servono per scovare abusi edilizi, quello compete ad altri uffici. E comunque se tutti agissero legalmente non ci sarebbe neppure bisogno di queste indagini e perdite di tempo non trovi?
            Quindi il vero problema sociale qual’è: l’ufficio che parte ora a cercare questi immobili fantasma o chi ha costruito abusivamente?

  • Nokia

    Quanti sono i tecnici del Comune? E cosa hanno fatto fino ad oggi?

    • Luca

      ma perche’ secondo te i tecnici del comune devono passare tutti i giorni per le vie di cremona a vedere se qualcuno ha fatto qualche abuso edilizio?

      • Nokia

        Perché è il loro mestiere ma potevano farlo anche attraverso immagini fotogrammetriche come stanno facendo adesso, seduti , davanti al pc.

        • me

          Diciamo che il problema è fondamentalmente il cittadino che froda!? Esistono delle procedure edilizie obbligatorie per ottenere i titoli abilitativi alla costruzione di qualsivoglia cosa. Un’amministrazione non deve fare l’agente di polizia….è il cittadino che onestamente dovrebbe pagare concessioni (per costruire)….sanzioni (per l’abuso)…. e le tasse! quindi che si fa?! si da contro al tecnico comunale perchè doveva fare le comparazioni con google earth prima (le ricordo che il servizio esiste dal 2004-2005) o si tirano fuori i nomi dei soliti evasori e gli si fa fare una bella figura di m… in piazza?…no perchè sarebbe davvero divertente e quanto meno istruttivo per taluni….per non dire come sarebbe utile comparare la perdita in denaro per la “fannullonaggine” di un tecnico comunale (come intende lei, che da qui a un po deve pure portarsi la carta igienica da casa) con la perdita dei mancati introiti fiscali dei suddetti cittadini furbi che caso mai attraverso conoscenze o, come ricorda il gigio, con un bel condonino ritornano nell’anonimato a fare i furbetti del quartierino come hanno sempre fatto. Forse, e dico forse, sarebbe proprio più democratico appendere i loro nomi all’albo pretorio a visione di tutti i cittadini onesti.

          • Nokia

            Caro Tecnico,
            non ti sto accusando di fannullaggine, cerco di far vedere ai cittadini le carenze della pubblica amministrazione.
            La fotogrammetria esiste da molto prima di google earth, fu usata persino a Napoli quando si voleva far pulizia nella città e poi fu dimenticata. Non è lo strumento che manca o mancava ma la volontà politica di intervenire, burocrazia permettendo.

          • me

            La Fotogrammetria esiste da 2 secoli e quella di cui parli lei è piu precisamente l’aerofotogrammetria, che serviva a creare delle mappe in scala e raddrizzate fotogrammetricamente. Purtroppo era un metodo costoso ed in italia non si facevano degli aggiornamenti delle mappe arerofotgrammetriche una volta all’anno come fa ora google con il satellite. ergo solo da pochi anni e proprio grazie a google è possibile attuare queste operazioni di verifica a costi praticamente zero. Provi ad informarsi su quanti sono i passaggi aerofotogrammetrici esistenti in italia prima di spararle a caso.
            Secondariamente le parlo da professionista e non da tecnico: di fotogrammetria nell’articolo non se ne parla visto che si fa riferimento all’incrocio tra mappe catastali ed immagini di google, quindi dovrebbe far vedere ai cittadini le mancanze della pubblica amministrazione riportando termini e informazioni corrette. Dopodichè vorrei farle passare un giorno allo sportello unico dell’edilizia…solo otto ore del suo tempo…per capire quale servizio possono dare i tecnici comunali, così allora potrà realmente sottolinearne l’incapacità.

          • Nokia

            Ci sarebbero anche i droni, e Cremona è stata ripresa da molti, ma ci vogliono i regolamenti, i timbri e le firme.
            E’ tutta la macchina burocratica che andrebbe ribaltata.
            Nella faraginosità delle norme e dei regolamenti risiede il potere della burocrazia. Al momento il cittadino è un suddito.

          • Luca

            ma guarda che hai sbagliato soggetto: i tecnici comunali non servono per scovare abusi edilizi, quello compete ad altri uffici. E comunque se tutti agissero legalmente non ci sarebbe neppure bisogno di queste indagini e perdite di tempo non trovi?
            Quindi il vero problema sociale qual’è: l’ufficio che parte ora a cercare questi immobili fantasma o chi ha costruito abusivamente?