Commenta

Duodeno perforato durante intervento Muore 56enne di Castelleone

È deceduta nel reparto di Rianimazione dell’ospedale maggiore di Cremona, mentre tentavano di arrestare l’emorragia interna provocata molto probabilmente da un precedente intervento in laparoscopia mal riuscito. Una donna di 56 anni di Castelleone ha perso la vita ieri in circostanze ancora da chiarire, sulle le quali la stessa azienda ospedaliera ha deciso di fare luce. La direzione dell’ospedale conferma di aver avviato le procedure medico legali di rito per accertare le cause della morte della paziente inizialmente ricoverata – secondo le prime informazioni –  nel reparto di nefrologia per un tumore al rene. La donna sarebbe stata operata in laparoscopia per la rimozione della massa tumorale, ma nel corso dell’intervento qualcosa sarebbe andato storto: una complicazione o un errore medico le avrebbero provocato la perforazione del duodeno. La paziente sarebbe stata quindi sottoposta a gastroscopia per accertare l’effettiva gravità della situazione e in un secondo momento a una nuova operazione chirurgica per rimediare all’errore. Mentre si trovava in sala operatoria però la donna non ce l’ha fatta: troppo tardi o troppo gravi le sue condizioni perchè i medici potessero salvarla. Non è escluso che sulla base degli accertamenti in corso la direzione sanitaria dell’ospedale decida di segnalare il caso alla procura.

Michela Cotelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti