Commenta

Preparava le dosi di droga in soggiorno In manette spacciatore cremonese

Uno spacciatore 33 enne – toscano ma residente stabilmente a Cremona da anni – è finito in manette nell’ambito di un lavoro di prevenzione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti, la cui intensificazione è stata fortemente voluta dal nuovo questore, Gaetano Bonaccorso.

Nel pomeriggio di giovedì 3 settembre la Sezione Antidroga della Squadra Mobile si è mossain seguito ad una serie di indagini nell’ambito della piazza cremonese dello spaccio, che individuavano l’uomo come presumibile spacciatore, anche per la sua frequentazione di numerosi soggetti dediti all’assunzione di droga. Base operativa, secondo gli investigatori, sarebbe stata proprio l’abitazione del sospetto, collocata nel centro della città. Ad aggravare i sospetti della polizia anche i numerosi precedenti dell’uomo per reati dello stesso genere.

Per avere un riscontro, gli operatori della Sezione Antidroga della Squadra Mobile hanno effettuato un servizio di appostamento nei pressi dell’abitazione constatando come egli fosse in casa, verosimilmente intento a confezionare dello stupefacente. E’ quindi scattata la perquisizione, che ha dato esito positivo: immediatamente, già all’atto dell’ingresso all’interno dell’abitazione, gli agenti hanno percepito un forte odore di “Marjiuana”, che è poi stato confermato poi dal rinvenimento della sostanza illecita in questione, parte ancora da confezionare e parte già confezionata in bustine pronte ad essere “spacciate”.

Oltre alla Marijuana, del peso complessivo di circa 200 grammi, è stato rinvenuto materiale utilizzato per il confezionamento, un bilancino di precisione e la somma contante di circa 500 euro. E’ stata poi rinvenuta e sequestrata una piccola quantità di eroina contenuta in una singola bustina. Il tutto nel soggiorno dell’abitazione. L’uomo, A.F., è stato quindi arrestato – per essere stato colto nella flagranza del reato di “Detenzione illegale di Sostanze Stupefacenti” – e trattenuto presso le cella di sicurezza della Questura in attesa del rito direttissimo a disposizione del pm di turno, Fabio Saponara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti