Ultim'ora
Commenta

Atelier Michelangelo L'arte fa esprimere anziani e disabili

Le ex cucine della palazzina storica del centro geriatrico Cremona Solidale ospitano fino a domenica prossima, 13 settembre, la mostra dell'”atelier Michelangelo”, una trentina di disegni realizzati dagli ospiti della rsa di Cremona Solidale e dagli utenti del centro diurno disabili di via Tofane, nell’ambito delle attività riabilitative portate avanti dagli educatori della cooperativa Società Dolce. Ideatrice del laborarorio, che si svolge ormai da 7 anni, è l’educatrice professionale  Cristina Marenzi, che partendo da un’innata passione per le arti visive, ha trasferito ad anziani e disabili (alcuni molto gravi) la capacità di comunicare sulla carta da disegno emozioni e sentimenti altrimenti inesprimibili. “Prima di iniziare il lavoro – ci spiega – ogni persona risponde ad una sorta di intervista  nella quale viene invitata ad esprimere i propri sogni, i desideri, ma soprattutto i ricordi personali. Prima vengono raccontati, poi prendono forma sulla carta, dove trova spazio la potenza delle emozioni”. Dopo aver ascoltato l’idea – un luogo, un sogno, un oggetto della vita quotidiana – Cristina accompagna la mano degli ‘artisti’ guidandola tratto dopo tratto a disegnare i contorni, mentre la colorazione viene lasciata ai singoli. “Non faccio loro fretta, Michelangelo non ha dipinto la Cappella Sistina in pochi giorni”, ci scherza su.

Dai disegni più semplici che ritraggono una caffettiera, l’ultimo numero della rivista Topolino, o un Puffo, si passa a forme più elaborate che si richiamano di volta in volta ai maestri della pittura, da Modigliani a Picasso, fino ai paesaggi e alle nature morte ad acquerello. In ciascuno di essi c’è l’anima di queste persone prigionere di handicap motori anche gravissimi e di anziani che scoprono di avere abilità insospettate, mai emerse in anni di lavoro duro. Importante dal punto di vista relazionale è anche l’incontro tra il mondo della disabilità e quello degli anziani, che danno vita an una girandola di temi, colori e vite, capaci di evocare nel visitatore sentimenti di condivisione e rispetto per ogni singola persona.

La mostra rientra tra le iniziative dei festeggiamenti per i 100 anni del centro geriatrico Soldi e per la sagra settembrina, iniziata il 3 settembre e che continueranno per tutta la settimana, culminando il prossimo 13 settembre ai Giardini Pubblici di piazza Roma, con un concerto della banda Città di Cremona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti