Ultim'ora
Commenta

Nuovi posti di lavoro? Richiesta di laureati e diplomati si ferma a 43% Ben 16 punti sotto media regionale

Le assunzioni di personale dipendente programmate dalle imprese cremonesi per il 2015 riguardano 420 laureati e 940 diplomati, mentre in 660 casi viene richiesta una qualifica professionale e per 1160 non è richiesta una formazione scolastica specifica. Numeri che fanno emergere una crescita di 2 punti percentuali della quota di laureati e di 6 punti percentuali della quota di chi possiede una qualifica professionale. Ma complessivamente la richiesta di laureati e diplomati si ferma al 43%. I dati arrivano da un ulteriore capitolo dell’indagine sul mondo del lavoro e sulle assunzioni programmate per quest’anno in provincia realizzata da Ministero del Lavoro e Unioncamere con il Sistema informativo Excelsior (vedi link  in basso).

“Delle 3.180 assunzioni programmate nel 2015 in provincia di Cremona (il riferimento è al personale dipendente, con tutti i tipi di contratto, sia ‘stabili’ che a termine, al netto dei contratti di somministrazione, ndr) 420 sono rivolte a laureati, 940 a diplomati della scuola secondaria superiore, 660 a persone in possesso della qualifica professionale e 1160 riguardano figure alle quali non viene richiesta una formazione scolastica specifica”, si legge. “I laureati e i diplomati nel loro insieme – prosegue lo studio – detengono quindi il 43% delle assunzioni programmate nella provincia per il 2015, quota inferiore di 16 punti alla media regionale e di 6 a quella nazionale”.

Le variazioni: “In provincia di Cremona aumenta di 2 punti rispetto allo scorso anno la quota di laureati (13% nel 2015). Si riduce invece di 12 punti la quota dei diplomati sul totale (30%). Aumenta nello stesso tempo di 6 punti la quota rivolta a chi possiede una qualifica professionale (21%). Aumenta infine di 4 punti (dal 32 al 36%) la quota di chi non ha una formazione scolastica specifica”.

“Per quanto riguarda le competenze ‘trasversali’ (non specifiche della professione), quelle che le imprese cremonesi considerano più importanti quando assumono personale laureato e diplomato – infine – sono la capacità di lavorare in gruppo e la capacità di lavorare in autonomia, indicate come ‘molto importanti’ rispettivamente per il 44 e il 38% delle assunzioni programmate”.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

COMPETENZE RICHIESTE IN PROVINCIA A LAUREATI E DIPLOMATI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti