Ultim'ora
Commenta

Ladri in manette 'Segnalazioni importanti, basta una telefonata'

“La conclusione positiva di questa operazione di polizia rappresenta un esempio di quanto la collaborazione del cittadino con le forze dell’ordine sia importante ai fini di contribuire concretamente ad integrare il modello di sicurezza ‘partecipata’”. E’ la riflessione del vicequestore aggiunto Adele Belluso dopo l’arresto di due professionisti del furto allo Zaist, dove la Squadra volante della polizia è intervenuta mentre i malviventi stavano cercando di aprire con un flessibile la cassaforte di una villetta e si tenevano in contatto radio con un terzo uomo all’esterno. Fondamentale l’allarme lanciato da un vicino di casa, che ha notato da una finestra diversi movimenti sospetti. “Tutti i cittadini di fronte al problema sicurezza – aggiunge il funzionario – non devono restare indifferenti ma devono rendersi parte attiva nel processo di produzione del ‘bene sicurezza’, costituendo un fattore molto rilevante”.

“Non si tratta di trasformare i cittadini in poliziotti o investigatori – evidenzia – ma di chiedere a tutti una maggiore collaborazione nel segnalare fatti, accadimenti, persone estranee o sospette che si aggirano nei condomini o nei quartieri cercando di carpire la buona fede di persone anziane o possibili vittime di raggiri, truffe o furti”. Una semplice chiamata può risultare fondamentale: “Non delatori, ma cittadini consapevoli, che con elevato senso civico e di appartenenza alla comunità contribuiscono a formare una rete silenziosa ed efficace, una vera barriera per prevenire e talvolta consentire alle forze di polizia di assicurare alla giustizia gli autori di un reato. Basta una telefonata per attivare i dispositivi di controllo da parte di tutte le forze di polizia”.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti