Commenta

'Vigili su criminalità piccola e grande Fondamentale rapporto con i cittadini' Parla il questore, in visita a Cremona Oggi

“Importante agire per contrastare i reati predatori e la microcriminalià, ma anche restare vigili sul fronte della criminalità organizzata. Il rapporto con i cittadini? Fondamentale per conoscere le loro esigenze e dare risposte”. Sono alcune delle riflessioni del questore, Gaetano Bonaccorso, intervistato da Cremona Oggi a due settimane dall’insediamento. L’intervista è stata realizzata in occasione di una visita del nuovo questore alla redazione di Cremona Oggi, lunedì mattina, nel corso della quale Bonaccorso ha conosciuto il direttore, Mario Silla, e i giornalisti.

Dottor Bonaccorso, che città ha trovato al suo arrivo a Cremona?

“Esattamente come me l’avevano descritta. Una realtà non grande ma gradevole. La descrizione che mi era stata fornita ha trovato piena conferma”.

Invece come ha visto la Questura?

“Una squadra efficientissima. E ciò era intuibile dal recente passato. Ho avuto modo di leggere delle vicende del recente passato di cui si è occupata, parliamo anche di grosse questioni gestite ottimamente”.

Parlando di criminalità, come descriverebbe la realtà cremonese?

“Per risposte più precise bisogna analizzare nel dettaglio i dati, ma possiamo dire che si tratta di una realtà sostanzialmente tranquilla che però ha un’elevata domanda di sicurezza”.

Ci sono secondo lei delle esigenze particolari, dei punti su cui è oggi più importante intervenire, per quanto riguarda la sicurezza del territorio cremonese?

“E’ importante mettere in atto sforzi su più fronti, come i reati contro il patrimonio e in generale la microcriminalità, ma anche la grande criminalità, la criminalità organizzata, su questo punto restando vigili e attivi dal punto di vista informativo”.

Pochi giorni fa due uomini, pare dei professionisti del furto a giudicare dall’organizzazione e dall’equipaggiamento, sono stati arrestati dalla polizia allo Zaist, dove era stata presa di mira la cassaforte di una villetta. Determinante è stata la telefonata di un vicino che ha notato movimenti sospetti. In generale, quanto è importante per voi il rapporto con i cittadini?

“Fondamentale il rapporto con la cittadinanza. E’ importante per ottenere risultati positivi e rispondere alle esigenze della collettività. La Questura deve dare risposte e per farlo deve sempre sapere quali sono le esigenze della collettività”.

Michele Ferro
redazione@cremonaoggi.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti